Osservatorio Futura porta l’arte contemporanea al Forte di Exiles

Domani – venerdì 12 luglio – Osservatorio Futura inaugura “Materie – Sulla linea temporale del progresso, la vita danza in cerchio” una mostra di arte contemporanea al Forte di Exiles.

Il Forte di Exilles inaugura la stagione estiva venerdì 12 luglio alle ore 18.00 con la mostra “Materie: sulla linea temporale del progresso la vita danza in cerchio“.

Gli artisti invitati sono: Camilla Alberti, Isabella Pers, Tiziana Pers, Lorenzo Peluffo, Giulio Saverio Rossi, Simone Scardino, Marco Schiavone, Volga Sisa, Enrico Turletti, Matteo Vettorello.

La mostra è a cura di Osservatorio Futura (Francesca Disconzi, Federico Palumbo) in collaborazione con @gheddo.project e @borgatedalvivo.

Tra il Forte di Exilles e il paesaggio circostante vi è una totale fusione: difficilmente tracce antropiche così imponenti riescono a integrarsi con il paesaggio naturale, ma questa costruzione pare sorgere direttamente dal ventre della montagna, radicata nella roccia e in totale osmosi con l’ecosistema. Il mutamento subito nel corso del tempo – così come quello dei confini geografici della vallata – è una continua e perpetua trasformazione data dall’incontro di individui e di storie diverse, sempre nella contingenza della Storia. Queste premesse ci invitano ad una riflessione sul rapporto che intercorre tra l’uomo – e la sua idea di tempo progressivo e lineare – e l’ecosistema a cui appartiene, che segue invece ritmi completamente diversi e ciclici.

È inoltre attivo anche un crowdfunding  per sostenere il lavoro degli artisti, coprire le spese di produzione e allestimento e per progettare una pubblicazione sul tema.