“Il flauto magico” di Mozart al Teatro Regio: in arrivo la nuova Anteprima Giovani per gli Under 30

Dopo i sold out delle due serate precedenti, torna, giovedì 30 marzo alle ore 20, l’Anteprima Giovani per gli Under 30 promossa dal Teatro Regio di Torino. Ad andare in scena, per la prima volta nel capoluogo sabaudo, Il flauto magico di Mozart diretto da Barrie Kosky e Suzanne Andrade.

L’ultima opera di Wolfgang Amadeus Mozart, composta pochi mesi prima di morire nel 1791 e rappresentata per la prima volta al Theater auf der Wieden di Vienna, sarà, infatti, esaltata nei suoi tratti magici e fiabeschi mediante proiezioni originali ispirate ai cartoon e all’estetica del cinema muto.

Una vera e propria esperienza immersiva, che, nel corso degli anni, ha suscitato lo stupore e l’entusiasmo delle platee di tutto il mondo, e che ora animerà, finalmente, anche il giovane pubblico del Teatro Regio. A guidare l’orchestra e il cast – anch’esso giovane e dal profilo internazionale – vi sarà, invece, Sesto Quatrini, il quale affronterà la partitura mozartiana con carisma, dedizione e minuziosa precisione.

Il flauto magico (in tedesco Die Zauberflöte, K 620) è un’opera in due atti resa nella forma popolare tedesca dello Singspiel per volere di Emanuel Schikaneder, librettista e noto personaggio teatrale che sottopose la trama a Mozart con l’obiettivo di risollevare le sorti dello Singspiel, appunto, dalla concorrenza della musica italiana.

Canti e dialoghi parlati si intrecciano, così, a formare una narrazione misteriosa e ricolma di richiami esoterici e massonici, dove cori possenti, marce solenni e melodie dolcissime trasportano gli astanti in una terra fatata costellata di prove da superare, situazioni spassose e interventi divini.

Un capolavoro senza tempo ambientato in un antico e irrealistico Egitto, in cui pulsa la dicotomia tra bene e male, superstizione e saggezza, ombra e luce, e dove i protagonisti sono spinti a superare le proprie paure e incertezze attraverso una serie di ostacoli, difficoltà e imprevisti.

La trama ruota, infatti, intorno alle vicissitudini del principe Tamino e del buffo personaggio ricoperto di piume Papageno, i quali sono incaricati dalla Regina della Notte di liberare sua figlia Pamina, prigioniera dell’incantatore Sarastro, in cambio della mano della giovane donna allo stesso Tamino.

blank

Per superare le avversità e i pericoli lungo la via, a quest’ultimo viene affidato un flauto magico, mentre Papageno è dotato di un carillon magico. Dopo un lungo cammino, Tamino giunge di fronte al Tempio della Saggezza e scopre che Pamina è stata rapita per “ragioni che tu ignori” – come gli rivela un vecchio prete – e che solo il dono dell’amicizia potrà rendergli note.

Disorientato, confuso e rimasto solo, Tamino suona il suo flauto magico e in un attimo ecco apparire Papageno e Pamina, che, nel frattempo, è stata insidiata dal Moro Monostatos e salvata dall’Uomo Uccello. Tamino e Pamina si riconoscono al primo sguardo e si abbracciano, ma, per far sì che Pamina sia libera e Tamino e Papageno possano entrare nel regno di Sarastro, è necessario che i due uomini superino tre prove.

Una volta fronteggiate, Tamino e Pamina sono finalmente accolti dagli Iniziati nel Tempio del Sole e possono coronare il loro sogno d’amore – così come Papageno e Papagena, conosciuta nel corso dell’intreccio -, accompagnati dal seguente canto: “Per voi risplende un nuovo giorno, senza più ombra né velo, poiché qui dove il cielo è sempre lieto, vi si riserva bellezza, saggezza e amore per l’eternità“.

A dare volto e voce ai personaggi principali, si alterneranno – nel corso delle repliche previste dal 31 marzo al 14 aprile: Ekaterina Bakanova e Gabriela Legun (Pamina); Joel Prieto e Giovanni Sala (Tamino); Alessio Arduini e Gurgen Baveyan (Papageno); Serena Sáenz, Beate Ritter e Danae Kontora (Regina della Notte); In-Sung Sim (Sarastro); e Amélie Hois (Papagena).

blank

prossimi appuntamenti di Anteprima Giovani saranno, infine, i seguenti:

La figlia del reggimento – Venerdì 12 maggio, ore 20;

Madama Butterfly – Sabato 10 giugno, ore 20.