Ronin, Ufomammut e Italo Calvino nel weekend tra chitarre e teatro allo sPAZIO211

Il ritorno dei Ronin, il ventesimo anniversario degli Ufomammut e uno spettacolo incentrato sulle Città invisibili di Italo Calvino. Una programmazione di sostanza per questo fine settimana allo Spazio211, dove ci sarà spazio anche per il teatro.

_di Francesca Cavallo

Venerdì 15 – Ronin + Subtrees

Una formazione tutta nuova (con Nicola Manzan, Roberto Villa, Alessandro Vagnoni) e un nuovo disco in grado di cambiare alcune coordinate, pur rimanendo nel solco della tradizione strumentale e cinematica della band: è il ritorno di Bruno Dorella e dei suoi Ronin con Bruto Minore, un album ispirato a una Canzone di Giacomo Leopardi, in cui si immagina il monologo di Marco Giunio Bruto dopo la sconfitta di Filippi e l’assassinio di Giulio Cesare.

Sabato 16 – Ufomammut 20’s anniversary + Space Paranoids

Un concerto speciale per celebrare i 20 anni di carriera della band doom metal piemontese, che nel corso della carriera ha saputo spaziare tra differenti generi, dallo stoner alla  psichedelia. Caos, suoni cupi ed effettati difficili da catalogare per un evento dedicato ai fan doc del trio.

Domenica 17 – Le città invisibili, spettacolo liberamente tratto dal romanzo di Italo Calvino.

Un viaggio fatto di canzoni, esibizioni ed emozioni per questo spettacolo il cui ricavato sarà destinato all’associazione LILA Piemonte e in aiuto al progetto “The Book of Life Kiki Ball”.  Si tratta del viaggio intrapreso da Marco Polo alla scoperta del regno di Kublai Kan, con le sue città fatte di immagini e sensazioni portate in scena attraverso la forza scenica ed interpretativa di alcune drag queen.

I prossimi concerti:

22/11 Giovanni Succi + Ezekiele
23/11 Livio Cori
28/11 Hannah Williams & The Affirmations
29/11 Cacao Mental + Viva Viva Malagiunta
30/11 Wrongonyou
6/12 Fuh + Byenow
7/12 Bicurious + The Last Vinci
14/12 Massimo Volume
20/12 Sick Tamburo
____