Dal 18 al 23 ottobre torna il TOhorror Fantastic Film Festival

Attendiamo il programma definitivo ma intanto accogliamo con entusiasmo l’annuncio dell’ospitata di Dave McKean e la proiezione del cult “Videodrome” per l’inaugurazione.

DAVE MCKEAN OSPITE D’ONORE 

Ha contribuito a rinnovare il fumetto contemporaneo, sia in coppia con altri sceneggiatori britannici come Neil Gaiman per Violent Cases, Black Orchid, Signal to Noise e Grant Morrison per il celeberrimo Arkham Asylum, sia lavorando in proprio con il monumentale graphic novel Cages. Ha creato l’artwork di album per Tori Amos, Alice Cooper, Dream Theater, Front Line Assembly. Ha realizzato le copertine di tutti gli albi di The Sandman, e ora che il fumetto cult è stato trasposto in una serie live action su Netflix ne ha curato le scene dei titoli di coda. Dave McKean sarà l’ospite d’eccezione del TOHorror Fantastic Film Fest 2022, questa la prima anticipazione della 22° edizione del festival che si terrà dal 18 al 23 ottobre a Torino (al Cinema Massimo, Circolo dei Lettori e Blah Blah Club).

Venerdì 21 ottobre alle 18:00, al Cinema Massimo, il noto fumettista, illustratore e regista britannico terrà una masterclass in conversazione con Manfredi Toraldo (vicedirettore artistico della sede torinese di Scuola Comics). L’incontro, organizzato in collaborazione con la fumetteria POPstore, è a ingresso gratuito e sarà seguito dalla proiezione speciale di Luna, lungometraggio diretto da McKean nel 2014 inedito in Italia.

“Sarà un onore ospitare alla 22° edizione del TOHorror uno degli autori grafici che più ha inciso sull’immaginario fantastico negli ultimi decenni – dice Massimiliano Supporta, direttore artistico del Festival – la presenza di Dave McKean sarà uno degli apici di un’edizione ricchissima di film e appuntamenti: 29 lungometraggi divisi in 5 sezioni, 50 cortometraggi tra live action e animazione, 9 eventi off di cui 4 concerti e 5 incontri tematici… un’odissea di 6 giorni nel cinema e nella cultura del fantastico a 360 gradi. Vi sveleremo il programma completo in conferenza stampa martedì 27 settembre.”

Gli appassionati di fumetto avranno pane per i loro denti. Oltre a McKean, nella sezione Mad Doc verrà presentato in anteprima italiana il documentario Mike Mignola: Drawing Monsters di Jim Demonakos e Kevin Konrad Hanna. Un racconto biografico della carriera di Mike Mignola che si concentra sulle origini del personaggio di Hellboy e sul rapporto (a volte conflittuale) del celebre fumettista con la sua creazione più famosa e le sue trasposizioni cinematografiche.

Il concorso lungometraggi metterà in campo 12 film (10 anteprime nazionali, 1 anteprima internazionale) da 9 paesi. Tra di essi, il giapponese Devil’s Residents di Katsumi Sasaki, che scardina i luoghi comuni del J-horror per parlare al nostro presente (digitale) con anarchico furore, mettendo assieme pulp e macabro alla Lucio Fulci. Gli amanti del bizzarro troveranno soddisfazione nella sezione Freakshow, piena di film weird, gemme splatter e gore, B movie estremi e strampalati. Tra cui, dalla Svizzera, Mad Heidi di Johannes Hartmann e Sandro Klopfstein, sfrenata rilettura grindhouse delle avventure dell’orfanella montanara.

Il tema principale dell’edizione, il nesso sempre più ambiguo e mutante tra vero e falso nella realtà quotidiana, sarà esplorato con la retrospettiva F for True: un poker di pellicole tra le quali ci sarà anche il mockumentary del 1992 C’est arrivé près de chez vous (Il cameraman e l’assassino) di Rémy Belvaux, André Bonzel e Benoît Poelvoorde. Vincitore del premio SACD alla 45° edizione del Festival di Cannes, il film provocò polemiche e critiche discordanti per la sua violenza e la sua radicalità. Finito troppo presto nel dimenticatoio, quest’anno compie 30 anni e il TOHorror non poteva non celebrarlo.

blank

IL RESTAURO 4K DI “VIDEODROME” AL TOHORROR 22

L’inaugurazione del 22° TOHorror Fantastic Film Fest è affidata nelle mani di David Cronenberg, James Woods e Debbie Harry: la versione restaurata 4K di Videodrome aprirà le danze martedì 18 ottobre nella sala 1 Cabiria del Cinema Massimo di Torino. Il manifesto della poetica del grande regista canadese, ancora oggi insuperato: la (nuova) carne fusa con la tecnologia, i mutamenti biologici innescati dai nuovi media, un capolavoro totale non solo del cinema fantastico ma della storia del cinema tutta, restaurato nel 2022 da Arrow Films con l’approvazione di Cronenberg stesso.

I motivi per cui abbiamo scelto di iniziare con questo film sono molti. Il primo è, chiaramente, che quest’anno ha visto l’agognato ritorno di Cronenberg alla regia dopo lunga assenza, e l’avvenimento andava omaggiato a dovere. Poi, in un’edizione il cui tema portante è l’ambiguità tra vero e falso nella realtà (mediale) quotidiana, uno dei film che negli ultimi 50 anni ha più indagato l’argomento non poteva mancare: proiettarlo all’inizio della manifestazione dà il tono alla retrospettiva F for True e agli incontri tematici che avremo in cartellone. Infine, è una questione di desiderio.

Dopo gli ultimi due anni a dir poco problematici, nel nostro piccolo desideriamo che il 22° TOHorror sia una festa collettiva, un momento in cui si saldano comunità, condivisione, scambio, ribadendo la centralità della sala cinematografica, per noi imprescindibile. La nostra scorsa edizione è andata bene, ma era ancora attraversata da sottili tensioni dovute alle misure straordinarie in vigore. Quest’anno, aprire con il restauro di un cult assoluto è un’occasione liberatoria per sfogare tutto il nostro (e intendiamo del Festival e dei suoi spettatori) desiderio di ritrovarci gomito a gomito, insieme, davanti a un grande schermo, a condividere l’esperienza-film senza zavorre.

Le prevendite di Videodrome sono già aperte, sia online sia in cassa al Cinema Massimo. Biglietti a € 7,50 intero, € 5 ridotto studenti (solo in cassa).

Dopo la proiezione, festa d’apertura e concerto gratuito al Blah Blah, dalle 23:00, con il gruppo punk De Vanveras.