Dal 2 al 12 settembre torna il Torino Fringe Festival

Dalla Mole Antonelliana alla Scuola Holden, dal Planterario all’Hiroshima Mon Amour. Il Torino Fringe Festival 2021 è pronto a invadere Torino: è in programma da giovedì 2 a domenica 12 settembre, con alcune iniziative extra in autunno. L’edizione è la numero nove.

«Il Torino Fringe Festival torna nella nostra Torino, con il grande desiderio d’incontrare il pubblico dal vivo, sempre più consapevole del suo alto valore» afferma la presidente del Fringe, Cecilia Bozzolini, che è anche una dei direttori artistici del Fringe insieme a Lia Tomatis, Pierpaolo Congiu, Michele Guaraldo, Valentina Volpatto e Costanza Frola. Questa è, da sempre, una delle peculiarità e delle forze del festival che, ancora una volta, punta su un programma variegato, che spazia dalla commedia a linguaggi più contemporanei e visual delle perfomance site specific, per una proposta multidisciplinare e diversificata che arrivi a tutti.

L’altra forza del Fringe è la sua diffusione su tutta la città.

Tradizionalmente in cartellone a maggio, il Torino Fringe Festival 2021 animerà per due settimane la città subito dopo la pausa estiva, anche grazie a nuove prestigiose collaborazioni, come quella con la Fondazione Torino Musei e Museo Internazionale del Cinema, che ospiteranno degli appuntamenti, e che si affiancano agli spettacoli e alle iniziative sparse per tutte le circoscrizioni, dal giardino dell’Hiroshima Mon Amour a quello dell’Estate in Circolo de l’Arteficio, dal nuovo Spazio Kairòs di via Mottalciata alla Scuola Holden, dal Q77 al Planetario Infini.To all’ Arena Casa de Teatro Ragazzi. Durante il Festival ci saranno anche tavoli di lavoro, incontri, nell’ambito del progetto “Fringe in Rete” realizzate in Collaborazione con FNAS – Federazione Nazionale Arti in Strada, presentazioni di libri ed happy hour con artisti.

Dunque, è lo spettacolo che va dal pubblico, lo stuzzica, viene distribuito su un’intera città, dal suo cuore, la Mole Antonelliana, a corso Belgio, fino a corso Galileo Ferraris. Una scacchiera, con un cartellone di artisti di livello nazionale e internazionale selezionato dai sei direttori artistici.

Tema dell’edizione è “Space&Time“. Dopo la pandemia, un’occasione per vivere, in presenza, il presente ma anche tutto lo spazio di una città, invadendo con le arti performative ogni luogo. Space&Time è, però, anche una ricerca sul futuro e sulle sue direzioni spazio-temporali delle arti performative e di Torino.

«Sarà un format nuovo, che rispetta però l’identità che abbiamo costruito in questi nove anni di attività: un grandissimo spettacolo dal vivo capace di reinventare, immaginare ed esplorare lo spazio e il tempo della città» afferma Bozzolini. La performance dal vivo è il cardine attorno al quale viene creata l’iniziativa, sfruttando appieno tutti gli strumenti offerti dai diversi settori culturali. Il punto di forza è la capacità di convogliare diverse discipline artistiche in un unico obiettivo comune: valorizzare la performance live, utilizzando la multidisciplinarietà come strumento per parlare a pubblici diversi.

Il programma è stato rimodulato pensando al pubblico ma anche a tutti gli artisti e alle compagnie che erano state selezionate inizialmente e che così andranno in scena ugualmente. Dunque, dopo una lunga pausa, anche un’occasione di ripresa per il settore teatrale, duramente colpito. «Scorrendo il cartellone passeremo da spettacoli che parlano di autismo, ad altri che ci parlano di infanzia violata, diversi spettacoli e diversi saranno i punti di vista intorno alla condizione della donna in varie parti del mondo, altri ricorderanno i fatti di Genova nel ventennale o ci ricorderanno della fuga di un re che abbandonò il suo popolo, seguiremo una geisha che ci mostrerà i segreti della cerimonia del tè, e un dj ci racconterà la strana maledizione del Club 27. In comune la grande attenzione verso il pubblico e al rapporto unico che ogni sera, magicamente, si rinnova all’alzarsi del sipario e all’accendersi delle luci» anticipa Bozzolini.

Torna la parata, organizzata in collaborazione con Somewhere e l’Orchestra Terra Madre di Slow Food, che anima per due sabati (il 4 e l’11 settembre): nel 2021 a tema musicale, toccherà con il suo bus i luoghi simbolo di Torino, dal centro alle periferie. Nel cartellone, anche libri e uno psicoaperitivo.

L’idea sottesa da sempre al Fringe è che il pubblico inciampi nello spettacolo dal vivo. Un programma che dà un assaggio di quello che sarà il vero e proprio ritorno per il 2022, quando il festival tornerà a essere programmato nel mese di maggio. Sarà un’edizione speciale per i dieci anni con un’iniziativa che punta a diventare il festival off della Città di Torino, un evento che si identifichi con il nostro territorio e sia un punto di riferimento a livello nazionale ed internazionale. Obiettivo, dunque, portare il format ai livelli e agli standard dei festival Fringe internazionali come Avignone ed Edimburgo.

IL PROGRAMMA

Giovedì 2 settembre ore 21.00

Estate in Circolo / Estate in Circolo / L’Arteficio – Giardini Pubblici di via Ignazio Giulio

Il Commissario Calamaro, un noir a tinte rosa – Paolo Gubello

Hiroshima Mon Amour

Il Conciorto – Bagini/Carlone

Arena Casa del Teatro Ragazzi e Giovani

Out is me – Casazoo

 

Venerdì  3 settembre ore 21.00

Hiroshima MonAmour

Sciaboletta – Alessandro Blasioli

Arena Casa del Teatro Ragazzi e Giovani

Miracolo – SuttaScupa

Spazio Kairòs

Tua, Gilda – Contrasto Teatro

Estate in Circolo / L’Arteficio – Giardini Pubblici di via Ignazio Giulio

Barabba, corso di sopravvivenza al paese reale – Anteprima – Walter Leonardi/Buster/Il terzo segreto di Satira

Sabato 4 settembre ore 21.00

Estate in Circolo / L’Arteficio – Giardini Pubblici di via Ignazio Giulio

Ionica – Alessandro Sesti

Hiroshima Mon Amour
Il Matto 2 – Massimiliano Loizzi

Domenica 5 settembre ore 21.00

Hiroshima Mon Amour

CLUB 27 – Ippolito Chiarello

Spazio Kairòs

 Flirt – Silvia Torri

Scuola Holden

Tea Ceremony – Srlsy Yours

Giovedì 9 settembre ore 21.00

 

Estate in Circolo / L’Arteficio – Giardini Pubblici di via Ignazio Giulio

Sbadabeng, ovvero l’arte di prendersi a schiaffi – Anselmo Luisi

 

Venerdì 10 settembre ore 21.00

Estate in Circolo / L’Arteficio – Giardini Pubblici di via Ignazio Giulio

Dita di dama – Laura Pozone

Scuola Holden

Kamikaze napoletano – Arcangelo Iannace

Sabato 11 settembre ore 21.00

 

Estate in Circolo / L’Arteficio – Giardini Pubblici di via Ignazio Giulio

Rusina – Rossella Pugliese

Q77

Alice, per adesso – Tedacà

Spazio Kairòs

Fantine – Servomuto

Domenica 12 settembre ore 21.00

Estate in Circolo / L’Arteficio – Giardini Pubblici di via Ignazio Giulio

100 volte sì – Peppe Fonzo

Q77

Resti umani – Onda Larsen

Eventi speciali

 

 Venerdì 3 settembre ore 19.30

Estate in Circolo / L’Arteficio – Giardini Pubblici di via Ignazio Giulio

Presentazione libro Maledetta Primavera (di M. Loizzi)

Sabato 4 settembre ore 16.00

MAO – Museo d’Arte Orientale

Tea Ceremony – SrslyYours

ore 17.00

Vari luoghi

FRINGE PARADE #2

 

Giovedì 9 settembre ore 19.30

Spazio Kairòs

Psicoaperitivo- Lo Spazio-Tempo

 

Venerdì 10 settembre ore 19.30

Spazio Kairòs

Presentazione libro “Elogio della sbronza consapevole” di E. Remmert.

Sabato 11 settembre

ore 17.00

Vari luoghi

FRINGE PARADE #2

 

Mercoledì 15 settembre ore 21.00

Museo del Cinema – Cinema Massimo

Il Cielo di Pietra – Duo Bottasso e Simone Sims Longo

Venerdì 17 settembre ore 21.00 e 22.00

Infinito – Planetario di Torino

Moon – Ivan Bert w/ Filo Q

Sabato 25 settembre  – Ore 19:00 – Ingresso gratuito.

 Casa Teatro Ragazzi e Giovani – Sala Piccola

Casa con vista Fringe – Figli del Big Bang.
Anteprima dello spettacolo selezionato attraverso la open call “Casa con vista Fringe”, un’azione inserita nel progetto Torino Fringe Festival in collaborazione con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus, con la Città di Torino e l’Università degli Studi di Torino.

Martedì 5 ottobre e mercoledì 6 ottobre ore 21.00

 Festival Play with Food, Spazio Kairòs

Il talismano della felicità – Ricettario per due portate: L’arrosto e Arcano I – Collettivo Lunazione

Biglietteria centrale in via Saluzzo 30 a Torino. Orari: dal lunedì al venerdì 14-18.

Gli spettacoli teatrali del cartellone (2-12 settembre) hanno il biglietto intero a 12 euro, ridotto a 10. Possibilità di sottoscrivere il carnet: 5 spettacoli a 40 euro. Invece, gli eventi speciali hanno diversi biglietti o sono gratuiti come lo Psicoaperitivo e le presentazione dei libri. Biglietti e carnet in vendita su  bit.ly/ticket-torino-fringe-festival-2021.

Il programma completo su www.tofringe.it

Social Facebook / Instagram / Youtube / Spotify

Riduzioni:

Studenti universitari

Under 25

Bambini fino a 12 anni

Over 65

Disabili

Abbonamento Musei Piemonte

Torino + Piemonte Card

Tessera Arci

Helbiz
Mimoto

Museo Nazionale del Cinema di Torino*

Fondazione Torino Musei*

A spasso con le rassegne*

Scuola Holden (allievi)

Dipendenti Gruppo IREN

* Possessori biglietti d’ingresso emessi

dal 25 agosto 2021 al 17 settembre 2021.

Per le convenzioni di Fondazione Torino Musei  Museo Nazionale del Cinema di Torino e A Spasso con le Rassegne, sarà sufficiente mostrare alle casse del Festival il biglietto cartaceo o digitale dell’ingresso ai musei convenzionati sopra citati.