Guida-agenda agli eventi letterari di marzo tra talk e spettacoli

Una selezione degli eventi legati al mondo della letteratura e dei libri in generale a Torino nel mese di febbraio, tra Circolo dei lettori e librerie indipendenti. Guida-agenda in continuo aggiornamento. 


Spoiler: un ventaglio di incontri dedicati al tema della rappresentazione delle donne in una prospettiva contraria agli stereotipi di genere, gli incontri legati alla cultura dell’Est Europa nell’orbita di Slavika Festival, le conferenze negli spazi dell’Accademia delle Scienze e molto altro. In copertina: Ottessa Moshfegh, che presenterà il suo nuovo romanzo al Circolo dei lettori in dialogo con Irene Graziosi.

Giovedì 7 marzo alle 21 al Circolo dei lettori – L’invincibile estate di Liliana: un memoir intimo e politico insieme

Presentazione del libro di e con Cristina Rivera Garza.
Edito da Sur con Annalisa Camilli in collaborazione con Book Pride nell’ambito di Femminile plurale.

Il 16 luglio 1990, a Città del Messico, Liliana fu vittima di femminicidio. Oggi, a partire da carte, indagini e testimonianze, sua sorella ne ricostruisce la storia, personale ma terribilmente universale: quella di una giovane donna, brillante e determinata, che muove i primi passi in un mondo permeato dalla violenza di genere.

Clicca qui per tutti gli eventi del mese al Circolo dei Lettori 


Venerdì 8 marzo alle ore 10.30 alla Biblioteca Ginzburg – Donne in Afghanistan 

In collaborazione con il CISDA e lo SPI CGIL di San Salvario. Nell’ambito della rassegna “Giornate per la donna e oltre”, incontro per dare voce alle donne afghane.

Nell’ambito della rassegna Giornate per la donna e oltre, intervengono: Anna Santarello, attivista CISDA, che illustrerà le attività a sostegno delle associazioni delle donne in Afghanistan e Monira Najibzada, ex procuratrice afghana, attualmente mediatrice culturale, che racconterà la sua esperienza, la sua fuga dall’Afghanistan e la sua vita da rifugiata in Italia. Durante l’incontro sarà presentato un video sulla situazione attuale del paese e il bilancio delle attività del CISDA, oltre al volume: « Dossier Afghanistan. I diritti negati delle donne afghane» a cura del CISDA.

Clicca qui per tutti gli eventi nelle Biblioteche Civiche Torinesi 

blank


Martedì 12 marzo alle ore 21  –
I dialoghi della vagina: spettacolo contro i tabù

Scritto, diretto, con Virginia Risso e con Gaia Contrafatto. Una produzione Teatro al Femminile in collaborazione con Torino Città per le donne nell’ambito di Femminile plurale.

L’irresistibile capacità delle attrici di raccontare e raccontarsi regala al pubblico una commedia esilarante che abbatte non solo la quarta parete, ma anche tabù e luoghi comuni legati all’universo femminile. A fare da sfondo, le opere della pittrice russa Elena Romanovskaya.

blank


Giovedì 14 marzo alle ore 21 –
Come sfamare un dittatore: diario di viaggio gastronomico

Presentazione del libro di e con Witold Szabłowski. Edito da Keller con Monica Perosino e Giulia Randone nell’ambito di Slavika festival al Circolo dei lettori. 

Dopo aver incontrato i cuochi personali di Saddam Hussein, Idi Amin, Enver Hoxha, Fidel Castro e Pol Pot, il giornalista ha ricostruito l’assurdità di un lavoro dove un solo errore potrebbe essere fatale, ma un piatto ben condito potrebbe rivoluzionare l’esistenza.

Clicca qui per il programma completo di Slavika Festival 

blank

Giovedì 14 marzo ore 15.30 all’Accademia delle Scienze – Per un battito d’ali: libri e manoscritti ornitologici 

La visita guidata, oltre a raccontare la nascita dell’Accademia e a illustrare le ricchezze storico-artistiche della splendida sede nel palazzo che venne costruito nel Seicento per essere il Collegio dei Nobili, sarà incentrata sul tema dell’illustrazione nei libri antichi, in particolare libri a soggetto ornitologico.

La biblioteca e l’archivio dell’Accademia delle Scienze conservano volumi che ritraggono specie di uccelli provenienti da ogni angolo di mondo. Una testimonianza della capacità iconografica di disegnatori, incisori e pittori. Prendendo spunto dal prezioso album di disegni di Giovan Pietro Goante, un ornitologo piemontese dalle grandi capacità pittoriche, si offrirà al pubblico un viaggio attraverso l’illustrazione nei testi antichi.

Tra le altre opere in mostra: Ornithologiae di Ulisse Aldrovandi (1599), Fauna japonica, sive Descriptio animalium, quae in itinere per Japoniam suscepto, annis 1823-1830: Aves (1850), Storia naturale degli uccelli (1767-76) di Saverio Manetti, Fauna svecica sistens animalia Sveciae regni (1746) di Karl af Linné.

Clicca qui per tutti gli eventi del mese all’Accademia delle Scienze 

blank

Venerdì 15 marzo ore 19 a Intreccio Viola – La ragazza che scrisse Frankenstein – Vita di Mary Shelley di Fiona Sampson

Gruppo di lettura – Una stanza tutta per sé in Via Guastalla, 23 bis (citofono Ordine, siamo nel seminterrato)

Una stanza tutta per sé è un gruppo di lettura a cadenza mensile, dedicato alla letteratura che non si trova sui libri di scuola, quella delle minoranze, delle donne, delle tematiche scomode e poco tradizionali.

La nostra host sarà Chiara Tarantello, una delle fondatrici della nostra associazione. Per i prossimi incontri potremo scegliere tuttə insieme unə altrə host, che abbia voglia e piacere di introdurre e moderare l’incontro. In associazione troverai tè, tisane, bevande alcoliche e analcoliche.  Per partecipare è necessario prenotare e avere la tessera associativa dell’Intreccio Viola, se sprovvistə sarà possibile fare la tessera in loco al costo di 10 €. L’evento è senza scopo di lucro, chiediamo un contributo up to you per aiutarci a sostenere le spese della sede.

Per l’appuntamento di marzo leggeremo La ragazza che scrisse Frankenstein – Vita di Mary Shelley di Fiona Sampson.
A duecento anni dalla pubblicazione di Frankenstein, Fiona Sampson scrive la biografia definitiva di Mary Shelley: una vita che è il manifesto di tutte le possibili strade che una donna può percorrere, e il resoconto di tutti gli ostacoli che la società e il destino possono mettere sui suoi passi.

Chi può partecipare? Tutte le persone interessate alla lettura e alla letteratura, anche se non hanno letto il libro.

Che cosa si farà? Dopo una piccola introduzione del libro a opera della nostra host, ognunə di noi potrà proporre un passo del libro da condividere con lə altrə e ne parleremo insieme.

Clicca qui per tutti gli eventi del mese a Intreccio Viola 

blank


Sabato 16 marzo ore 18 alla Trebisonda –  Presentazione di SANTA CHAOS di e con Giannino Dari, in dialogo con Alpraz. In collaborazione con Neutopia

Alpraz, fumettista e illustratrice, è nata a Iglesias, dove vive e lavora. Si occupa di fumetto, illustrazione e animazione, mezzi attraverso i quali esplora le tematiche del diverso, della natura, dell’introspezione e dell’assurdo. Nel 2021 autoproduce il suo primo graphic novel, Io non sono io, seguito nel 2023 da Vertigini, raccolta di storie brevi e illustrazioni apparse originariamente sulle riviste indipendenti “Quasi, la rivista che non legge nessunə” e “LÖK ZINE”. Ha pubblicato per “Domani Editoriale Fumetti”, Amianto Rosso, “Prometeo” e “Pasionaria”.

Giannino Dari è un artivista: animale mitologico mezzo artista e mezzo attivista. Disegna vignette dall’età di cinque anni. Dai venti in poi, inizia a produrre dei notiziari interiori quasi quotidiani, in cui rielabora gli avvenimenti del mondo attraverso le sue lenti: quelle transfemministe e anarchiche, della coscienza di classe, per la miopia.

Le strisce che presenta in “Santa Chaos” sono una breve raccolta della sua rubrica su «Neutopia» dall’omonimo titolo, Notiziario Interiore.

SANTA CHAOS, al contrario degli altri santi, è tutt’altro che morta o beata. Il suo sguardo è puntato sul presente, su un’epoca in cui il tempo è sempre dedito al lavoro e dove il desiderio sembra bandito. Racconta di resistenza alla prevaricazione, alla marginalizzazione, al sessismo, alle disparità economiche e di classe, al benaltrismo, agli stereotipi, alle violenze sistemiche, ai rapporti di potere, alla conservazione del privilegio a discapito dellɜ altrɜ. Ogni vignetta è la storia di una persona come tante che, mentre la normalità affonda il piede sulla sua testa, si rifiuta di affogare.

blank

Giovedì 21 marzo ore 21 – McGlue, l’esordio dell’autrice di Il mio anno di riposo e oblio

Presentazione del libro di e con Ottessa Moshfegh. Edito da Feltrinelli con Irene Graziosi. 

Salem, Massachusetts, 1851: McGlue è nella stiva, ancora troppo ubriaco per essere sicuro del suo nome, situazione e orientamento: potrebbe aver ucciso un uomo. Quell’uomo potrebbe essere stato il suo migliore amico. La memoria intollerabile si accompagna alla sobrietà. Ottessa Moshfegh veleggia spavalda nella grande tradizione letteraria americana e ci regala un furfante cattivo e senza cuore in un viaggio affilato come un coltello attraverso le nebbie dei ricordi.
Lo straordinario esordio di Ottessa Moshfegh: un breve romanzo con cui ha vinto la prima edizione del Fence Modern Prize e il Believer Book Award.

blank


Mostra Posterheroes alla Biblioteca Geisser 

Fino al 15 marzo è possibile visitare la mostra “Posterheroes – Beautifully Diverse” presso la Biblioteca Civica Alberto Geisser (Corso Casale 5, Parco Michelotti). 

All’interno della mostra, quest’anno dedicata alla promozione di una nuova narrazione della disabilità, Graphic Days Torino e Posterheroes propongono in collaborazione con Fondazione Paideia una selezione di libri che, utilizzando modalità di lettura non convenzionali, abbattono le barriere e favoriscono la partecipazione per tutti.
blank