EDIT rilancia ristorante e cocktail bar al primo piano con chef Decima


EDIT è un cosiddetto social hub dalle atmosfere “industrial chic” in cui convivono uno spazio per eventi, birrificio, caffetteria, pub e da oggi troviamo nuovamente un cocktail bar e un ristorante moderno con uno chef table della quale godere di tutto lo spettacolo che offre la cucina a vista. Siamo andati alla riapertura del ristorante al Primo Piano, guidato dal nuovo resident Chef Emiliano Decima. Articolo a cura di Gianmarco Blasi aka Jimmy Mangiamondo. 

Il nuovo menù è un biglietto di sola andata per un viaggio gastronomico nei i sapori e nelle culture di Sud America, Spagna e Giappone, tra ingredienti, condimenti e tecniche di cottura particolari come la Robata, una tipica griglia giapponese alimentata da carbone argentino e legno, che conferisce una perfetta affumicatura della carne che viene prima marinata e poi cotta direttamente sul fuoco.

Questo stile di cucina rispecchia in pieno la personalità del nuovo resident Chef Emiliano Decima che, dopo svariati anni di lavoro nelle cucine in giro per il mondo, è arrivato a Torino, prima a gestire il menù di Combo poi da Brace Pura e focalizzarsi sulla cottura della carne, per poi fermarsi da EDIT e creare un menù fusion molto accattivante che riprendesse le sue origini sudamericane e che racchiudesse tutte le sue esperienze raccolte negli ultimi anni.

Le portate che mi hanno colpito di più sono state senza dubbio il CEVICHE DI RICCIOLA MARINATA AL LIME, ZENZERO, ROCOTO, CORIANDOLO E PLATANO FRITTO, dal gusto fresco, acido e piccante è un esplosione di sapori e consistenze. Oppure la STEAK TARTARE CON PAN BRIOCHE, CIPOLLA CARAMELLATA, TUORLO D’UOVO MARINATO E AFFUMICATO, una tapas sfiziosa e golosa dal gusto avvolgente.

Per garantire una proposta completa e accompagnare un menu ricco di contaminazioni e abbinamenti per niente banali, era giusto anche avere dei drink che fossero co-protagonisti insieme alle portate principali.

Trovare gli ingredienti giusti non è stato sicuramente un compito facile ma Samuel Donniacuo, storico bartender di EDIT, è riuscito perfettamente a creare una sinergia tra cibo e drink grazie alla rivisitazione di grandi classici introducendo elementi che riprendessero le marinature della carne come ad esempio l’aggiunta di salsa Teriyaki nel drink Milano-Torino oppure l’aggiunta del cappero in un Gin fizz al sambuco in abbinamento ad un Bao con caviale di melanzana affumicato, miso e soia.

Un ottimo punto di (ri)partenza  un locale che si ripresenta alla città con una formula rinnovata e vincente, tra carne, tapas, vini e cocktail che promettono un’esperienza gastronomica di alto livello tutta da scoprire e condividere.