Guida letteraria torinese di dicembre

Una selezione degli eventi legati al mondo della letteratura e dei libri in generale a Torino nel mese di novembre, tra Circolo dei lettori e librerie indipendenti. Guida-agenda in continuo aggiornamento, a cura di Francesco La Greca. Spoiler: l’enciclopedia di Zerocalcare, un debunking su Emilio Salgari, un laboratorio di disegno-improvvisato in libreria, un omaggio alla giornalista Joan Didion, fumetti che ci faranno piangere e molto altro. 

Dicembre è il mese delle retrospettive di fine anno: si guarda al passato con occhio indagatore per scavare nel già vissuto e trarne conclusioni che ammiccano al futuro. Riflettere sull’anno che è stato aiuta ad esorcizzare lo sciabordio del tempo e ne identifica le tappe. Un’abitudine meravigliosa, per noi della redazione, è quello di rivivere l’anno attraverso i libri letti. Ogni pagina, inevitabilmente, assorbe i nostri umori, i nostri traguardi, i nostri fallimenti quotidiani e così le vicende dei libri si legano alle nostre in modo personale e unico; provare per credere. Se sentite che il vostro appetito letterario non si è ancora esaurito e che, prima di buttarvi su cenoni e parenti, c’è spazio nella vostra libreria per un’altra lettura, vi consigliamo la nostra guida agli eventi letterari di dicembre.

Librerie indipendenti

Libreria Del Golem di via Rossini 

Il 1° dicembre si comincia con “Tu uccidi”. L’omicidio è un elemento sempre presente nella storia umana. Ma perché si uccide oggi, nella nostra società? E in che modo la nostra società percepisce e racconta il crimine? Antonio Paolacci e Paola Ronco mostreranno in che forme l’interpretazione del crimine influenzi la cultura sociale e l’idea stessa di ‘bene’ e ‘male’, l’idea di colpa e di punizione, nonché quella di sicurezza e prevenzione. Il delitto, insomma, è uno strumento perfetto per indagare la società italiana contemporanea.

Il 6 dicembre la libreria ospiterà una tappa del tour di Shida Bazyar che presenterà il suo “Di notte tutto è silenzioso a Teheran”. A dialogare con l’autrice ci sarà Martino Gozzi. Il dialogo sarà moderato da Vins Gallico.

Libreria Tresibonda in Via Sant’Anselmo

1 dicembre alle 18:30 – Maurizia Triggiani e Marco Bottarelli presentano il romanzo IO TI VEDO, con una trama che sembra una sceneggiatura di David Fincher: Andrea Ripani è appena stato prosciolto, per insufficienza di prove, da un’accusa di duplice omicidio. Per l’intera opinione pubblica lui è il killer senza scrupoli…

2 dicembre dalle 11 alle 12.30 – Dove finirò questa volta? Un laboratorio di impro-disegno. In questo laboratorio condotto da Sergio Varbella e Patrizia Comino, ragazzi e ragazze imparano le nozioni base per costruire una tavola di fumetto o una vignetta e farne una piccola storia.

5 dicembre dalle 16.30 alle 17.30 – Alla scoperta della letteratura della Palestina. Jolanda Guardi è docente di Letteratura araba presso l’Università degli Studi di Torino

Libreria Gulliver di via Boston

Martedì 5 dicembre alle ore 18.30 – Alessandro Berselli sarà in libreria per presentare il suo libro Gli eversivi (Rizzoli, 2023) insieme a Enrico Pandiani. Un caso spinoso per la Marple, l’agenzia investigativa tutta al femminile più in voga di Bologna, e per le sue migliori detective, che si ritroveranno invischiate in un gioco tra cacciatori e prede ben più pericoloso del previsto.

11 dicembre alle 18.30 – Nell’ambito del progetto Leggermente, Maria Grazia Calandrone presenta Dove non mi hai portata (Einaudi, 2022) alla Libreria Gulliver. Partecipano i GdL Scintille di Lettura e Gulliver.

Libreria Therese di Corso Belgio

13 Dicembre dalle 19 alle 20 – Fumetti che ti spezzeranno il cuore 
Emanuele Rosso, talvolta in compagnia di colleghə fumettistə, si impegna incontro dopo incontro a rimpinguare lo scaffale della vostra libreria dedicato al fumetto, con titoli fondamentali che potreste esservi lasciati scappare e ultime novità meritevoli di attenzione. Garantisce che in ogni caso saranno fumetti che vi spezzeranno il cuore.

Libreria Il Ponte sulla Dora in Via Pisa 

Venerdì 1 dicembre ore 18.30 – Umberto Berlenghini presenta Witness 3. Il cinema al banco dei testimoni (Porto seguro). Con l’autore interviene Fabio Zanello. Un libro raro e incredibile, in cui la passione e lo studio dell’autore, si mescolano con storie fantastiche e indelebili, che hanno fatto la storia del nostro cinema, dando vita a un testo imperdibile, da portare sempre con sé.

Biblioteche Civiche 

12 dicembre alle 18 in Villa Amoretti – Nell’ambito del progetto LeggermenteAnnalisa Ambrosio presenta Lo spazio tra le cose. Aristotele e la felicità del cambiamento (Treccani, 2023), in dialogo con il Gruppo di lettura Villa Amoretti. Evento in collaborazione con Libreria Gulliver e casa editrice Treccani. 

12 dicembre alle 17 alla Primo LeviCesare Marino presenta Salgariexploitation. La lingua, i romanzi e lo sfruttamento in epoca fascista di Emilio Salgari (Associazione culturale Il foglio, 2023). Questo saggio, dunque, intende non solo raccontare questa storia poco nota di mistificazioni, distorsioni ideologiche e di sfruttamento della fama del celebre romanziere, ma anche ricostruirne, per il lettore, l’originale lingua e poetica che con il fascismo nulla avevano a che fare e che per decenni sono state reale ispirazione per generazioni di lettori giovani e meno giovani (dalla quarta di copertina). 

blank
Nadeesha Uyangoda

Circolo dei lettori: da Zerocalcare a Nadeesha Uyangoda

La guida di questo mese incomincia come da consuetudine dal Circolo Dei Lettori, un faro di cultura per tutta Torino.

Dal 30 novembre al 3 dicembre il Circolo ospiterà il “Festival del Classico”: una serie di letture, dialoghi e lezioni per riscoprire i classici come inesauribile fonte di ricchezza per l’animo umano. Il programma completo lo trovate qui, noi vi segnaliamo gli appuntamenti più promettenti.

Venerdì 1° dicembre alle ore 9:30 si terrà “Le Supplici di Eschilo. Le guerre giuste e le ragioni dei migranti” con Olimpia Impero che rivisiterà il tema del migrante a partire dal drammaturgo greco.

Il 2 dicembre vi segnaliamo un doppio appuntamento presso il Carignano a partire dalle ore 10.
Il primo si intitola “La radicalizzazione dello scontro tra Oriente e Occidente”, assieme al corrispondente RAI Claudio Pagliara si cercherà di riflettere sui delicati equilibri dell’attuale scacchiere mondiale. A seguire ci sarà “Cosa hanno in comune Gerusalemme e Atene?”: a partire da una domanda provocatoria posta nel II secolo d.c da Tertulliano, si approfondirà il legame tra la concezione di uomo classica e quella biblica assieme al cardinale Gianfranco Ravasi, il latinista Ivano Dionigi e la giornalista Paola Saluzzi.

Il 3 dicembre vi proponiamo un interessante dibattito dal titolo “Il diritto da Confucio alla globalizzazione” assieme ai giuristi Gianmaria Ajani, Laura Pepe e Stefania Stafutti. Lo scopo dell’incontro è comprendere qual è il debito che abbiamo verso i greci e i romani in tema di diritto. Inoltre, si cercherà di comprendere meglio la doppia natura della legge cinese, a metà tra il confucianesimo e la necessità di rapportarsi con il mondo occidentale.

Terminato il “Festival del Classico” si procede a piè sospinto con le iniziative proprie del Circolo. Ecco i nostri consigli:

Il 4 dicembre segnaliamo “10 mosse per affrontare il futuro”. In questo mondo incerto e competitivo, c’è un modo preciso per non lasciarsi sopraffare dalla paura del futuro: progettarlo, giorno per giorno, seguendo dieci semplici mosse. L’evento è tenuto dal padre di Eataly Oscar Farinetti.

Successivamente segnaliamo la presentazione del libro “Enciclopedia calcarea” di e con Zerocalcare, una guida ragionata dell’universo del fumettista di Rebibbia.

Il 5 dicembre Nadeesha Uyangoda racconta Elvira Banotti, la giornalista è nota soprattutto per il diverbio con Indro Montanelli sull’abuso di una bambina dodicenne durante la guerra in Abissinia. Tuttavia, Elvira era molto di più: giornalista, scrittrice, militante femminista e fondatrice del collettivo Rivolta Femminile.

11 dicembre la Fondazione Paideia propone tre incontri su alcune tematiche educative, partendo dalla sua esperienza trentennale di supporto alle famiglie con bambini con disabilità. Modera Alice Calcagno, referente pedagogica della Fondazione Paideia.
Si comincierà con la lettura di un albo illustrato, scelto tra quelli che hanno segnato la storia della letteratura per l’infanzia, per poi condividere insieme pensieri, spunti educativi, domande.

12 dicembre la reporter Annalisa Camilli racconta Joan Didion, icona del giornalismo del passato.
I suoi articoli sulla California degli anni 60 sono considerati dei classici del New Journalism negli Stati Uniti. Ma i suoi libri più celebri sono quelli sulla morte del marito John Gregory Dunne e la malattia della figlia Quintana.

A seguire, alle ore 19, ci sarà “Nativi: Talk con degustazione di vini”, a cura di Le Strade di Torino e Wouse, la Wine House del Salone del Vino. Un viaggio tra calici e parole attraverso i territori vitivinicoli del Piemonte. Durante l’evento Sara Olocco, sommelier e Founder di Braja Farm, e Andrea Borio, sommelier e Wine contributor di Le strade, dialogheranno con tre produttori.

13 dicembre, In occasione della mostra “Africa. Le Collezioni dimenticate” ci sarà “Visioni a confronto.
Dialoghi sul continente Africano”, incontro il cui fine sarà esplorare le dinamiche storiche, sociali e culturali delle società africane. Grazie alla loro esperienza e prospettiva unica, gli ospiti contribuiranno a elaborare una coscienza critica e una comprensione più profonda delle ricche e diversificate espressioni culturali provenienti dal continente africano.

16 dicembre si terrà un evento per i più piccoli (5-10 anni): “Questo laboratorio s’ha da fare” con Claudia Bellin. Il progetto punta a riabilitare la figura di Lucia Mondella e ad avvicinare i ragazzi al classico di Manzoni partendo da “I promessi sposi raccontati da Lucia” di Annalisa Strada e Gianna Re in collaborazione con Einaudi Ragazzi.

La redazione di Outsiders vi augura di concludere l’anno nel migliore dei modi possibili: un buon libro, un po’ di tranquillità e un pensiero nostalgico volto alle letture passate.

Segnalaci eventi o luoghi legati alla letteratura che ritieni interessanti via mail ad outsiders.webzine@gmail.com