They Return to Their Earth: la mostra fotografica di Federico Masini a Spazio Musa

Apre, il 20 dicembre presso lo Spazio Musa a Torino alle ore 18.00, la mostra fotografica di Federico Masini, giovane fotografo torinese che propone una selezione del suo lavoro più recente.

Quando ci si approccia a immagini di nudo si finisce per credere di avere sempre a che fare con una ricerca estetica sull’erotismo. Nel lavoro di Federico Masini non c’è traccia di erotismo, c’è piuttosto una ricerca di dialogo riguardo la dimensione dell’umano, di ciò che si palesa sul palcoscenico dell’esistenza e che deve trovare il proprio posto, come all’interno di una scacchiera che va costruendosi di pezzo in pezzo, in cui umano e naturale si intrecciano e finiscono per fondersi in un’unica narrazione.

Si tratta di un umano del giorno dopo, di quando le cose sono già accadute e l’irrimediabile (sia esso positivo o negativo) si è già consumato. Le immagini si situano a metà strada fra l’onirico e il drammatico, fra qualcosa di utopico e qualcos’altro di distopico: c’è, insomma, la capacità di sintesi che il fotografo mette in scena fermando il proprio sguardo laddove inizia quello dell’osservatore. In queste immagini che possiamo definire come non risolte sta tutto l’intento di sollecitare una riflessione in grado di muoversi da un interrogativo: qual è il mio ruolo in tutto ciò? È questa la domanda che chi guarda le fotografie di Masini finisce per porsi. (testo di Marco Albeltaro)

THEY RETURN TO THEIR EARTH
Federico Masini
Spazio Musa | Via della Consolata 11/E, 10122, Torino
A cura di Marco Albeltaro
Dal 21 dicembre 2022 al 12 gennaio 2023
Opening 20 dicembre ore 18.00

SPAZIO MUSA | Via della Consolata 11/E, 10122, Torino | spaziomusa.torino@gmail.com
https://spaziomusa.net | Instagram: @spaziomusa | Facebook: Spazio Musa

BIO Federico Masini 

Federico Masini nasce nel 1988 a Moncalieri, in provincia di Torino. Dopo gli studi classici, si iscrive alla facoltà di medicina e chirurgia. All’inizio del suo percorso esercita la fotografia per piacere, ma con il tempo trova modo di convertire la sua passione in lavoro. Scatti documentari e di fashionlifestyle gli valgono la collaborazione con numerose agenzie ed enti pubblici e istituzionali, che lo portano in viaggio per l’Italia e per il mondo. L’avvento della pandemia da Covid-19 pone un freno a spostamenti e a collaborazioni: inizia così un lavoro personale su archivi e progetti ex-novo, nei
quali indaga la relazione tra uomo e natura, la morte e l’esperienza estatica nella nightlife.

Le sue fotografie sono state pubblicate, tra le altre testate giornalistiche italiane e internazionali, su Elle, Monocle, Vice, Collater.al, Corriere della Sera, La Repubblica, La Stampa. Vincitore del premio Imagenation al Liquida Photofestival 2022 e nella selezione del Critics’ Choice 2022 competition di LensCulture, il suo lavoro è stato esposto, tra le varie, all’East London Photography Festival 2018, al Liquida Photo Festival 2022, ad Imagenation Milan 2022, presso PHOS nel 2017 e nel 2022, presso ArtGallery37 nel 2017.

blank