FUTURA 1993 X OUTsiders | Recensione Illustrata: Sina, “My Love Lockdown (Midnight Sun)”

Il trasferimento in una nuova città, un lockdown che sconvolge equilibri già precari e una solitudine assordante da affrontare: questo il cocktail di circostanze che porta alla nascita del nuovo progetto musicale di Sina, un percorso di crescita fiorito tra social network e gruppi di Telegram. Futura 1993 ha recensito e illustrato per noi il nuovo disco di Sina, “My Love Lockdown (Midnight Sun)”.


_di Giada Consiglio, illustrazioni di Luna Del Mar Severi e Alessandra Goldoni

Sina, all’anagrafe Enrico Silanos, è il venticinquenne sardo – precisamente di Alghero – che grazie alla potenza del web e dei social ha affrontato la quarantena in musica, riuscendo a creare un nuovo progetto: My Love Lockdown (Midnight Sun) pubblicato ufficialmente il 18 settembre dopo le anteprime sui canali social degli scorsi mesi.

Il rapper si è trasferito a Milano proprio pochi giorni prima della chiusura totale e ha affrontato questa nuova solitudine in modo diverso; si è fatto notare grazie ad Instagram e successivamente ha formato dei gruppi Telegram dove ha interagito con i fans, ispirandosi nel creare nuovi testi e musiche che compongono l’EP. Autore molto versatile sia nei contenuti che nei suoni, spazia da pezzi trap che rendono tutto più ritmato ad altri più malinconici e cupi. I testi invece affrontano l’argomento del lockdown facendo una fotografia del momento storico in cui tutto il mondo si è ritrovato, come uno sfogo terapeutico per distogliere l’attenzione dalla reclusione forzata. Troviamo anche il percorso di crescita del cantante, un flusso di coscienza, voglia di cambiare ed esplorare.

Illustrazione di Luna Del Mar Severi @frshdzz

Notti, primo brano dell’EP, è l’emblema dello stato di inadeguatezza di chi si trova bloccato in una casa lontana dai suoi cari, nella solitudine e nello sconforto. Milano diventa il capro espiatorio di questo stato emotivo (“con te prendo fuoco del colore di un tramonto vero / mica come quello di Milano”).

Sono cinque le collaborazioni con altri rapper, tra gli emergenti Yamba e Malakay e i più affermati Mecna, Priestess e Coco. Tutti hanno dato una nota di freschezza ai brani aggiungendo la loro identità riconoscibile, Sta Scrivendo… con Mecna – in duplice veste di autore delle grafiche – ad esempio ci fa rivivere l’isolamento di quei giorni che complica i rapporti e amplifica le incomprensioni, così spontaneo nella sua nostalgia. (“Se riattacchi quel telefono / non posso starti accanto”). Un pezzo che spicca è sicuramente Vintage/BlaBla, con un riff perfetto, un testo schietto e sincero. Una chitarra acustica addolcisce il sound in “Ok : )” le parole quasi sussurrate ci indicano i sogni dell’artista: vorrebbe lasciare un segno.

Io non odio più come qualche anno fa / io non sono più la persona che hai visto”, l’ottava traccia Io Non con Malakay segna il cambiamento di sé stessi, abbandonando le vecchie repressioni, gli odi, ma soprattutto il modo di vivere l’amore. Proprio Malakay ha ospitato Sina a Milano prima dell’ufficiale trasferimento e in questa canzone si percepisce la loro affinità e fratellanza. Il brano che chiude tutto il cerchio narrativo è Fragile insieme a Coco, dal suono più aggressivo ma dal testo malinconico.

Per Sina la fragilità è un punto di forza, la vulnerabilità ci rende tutti umanamente uguali, nessun supereroe.

La nascita di queste canzoni è stata dettata dalla spontaneità del momento e dalla creatività che ha portato a non avere solo delle canzoni ma anche dei Visual, pubblicati sul suo Instagram, ispirati alle atmosfere dei film di Miyazaki dello Studio Ghibli, tra tutti il Castello Errante Di Howl e La Città Incantata, rivisti proprio durante la quarantena. 

Questo debutto discografico ha decisamente convinto per la carica emotiva che cresce in ogni brano, per l’unione di stili: rap, trap, lo-fi ma anche per le collaborazioni che rendono tutto più ricco e per i testi in cui tutti possono immedesimarsi.

Futura 1993 è il network creato da Giorgia e Francesca che attraversa l’Italia per raccontarti la musica come nessun altro. Seguici su Instagram e Facebook!