Consigli letterari d’estate

Novità, riscoperte, rarità. La breve selezione letteraria – fatta pensando proprio al concetto di “outsiders” – privilegia le realtà maggiormente propense a stuzzicare l’interesse di un lettore onnivoro e curioso, magari desideroso di avventurarsi in qualche azzardo letterario… A cura di Alessio Moitre. 

Muoversi piano, fa caldo. Parlare poco, non si ha voglia. Pensare a che? Agosto, vallo a capire ma è sempre lui, atteso alla festa dell’anno come il godereccio designato. Ed ora che cresce di numeri e calore, anche l’editoria propone alcune particolarità che possono essere riassunte in un solo termine, senza affaticamenti. Così è piacevole metterci il becco, facendosi convincere da proposte intriganti. Anche stravaccati sulla spiaggia o al comodo. E buone vacanze.

 

Oracolare

Carlo Ossola, “Per domani ancora”, Olschki editore

 

Stimolante

Sylvain Coher, “Vincere a Roma. L’indimenticabile impresa di Abebe Bikila”, 66thand2nd editore

blank

 

Nuovamente

Fabio Geda, Enaiattollah Akbari, “Storia di un figlio”, Baldini+Castoldi

blank

 

Definitivo 

Andrea Camilleri, “Riccardino”, Sellerio editore

blank

Intrigante

Leonardo Caffo, Franco La Cecla, “Intromettersi”, Eleuthera

blank

Sciccheria 

Dino Buzzati, “Un addio ai libri”, Henry Beyle editore

blank

Illuminante

Ugo Leonzio, “Il volo magico. Storia generale delle droghe”, Il Saggiatore

blank

Depurativo

Louis-Ferdinand Celine, “Colloqui con il professor Y”, Quodlibet

blank

Salvifico

Anna Seghers, “Transito”, L’Orma editore

blank