Oroscopo della settimana

Tutte le settimane arrivano puntualmente i quadri astrali del nostro Gianpaolo Iacobone, tra non-sense e sensi unici. Insomma, un oroscopo non più “a caso” di tanti altri, ma più bello.

DA LUNEDÌ 27/5 A DOMENICA 2/6

13588940_10201845033525357_2125478614_o

*

*

A R I E T E

Da che pulpito i polipi osano fagocitare discussioni sulle mestieranze che hanno a che fare con gli infissi di bambole di pezza? Prova a chiederlo alle verruche.


T O R O 

Un vetro o uno specchio può sempre rallegrarti le ascelle, anche se non sai deciderti fra andare in montagna o falciare il tuo prato nelle orecchie.

G E M E L L I

Un pezzo dopo l’altro e possiamo costruire una casa fatta di pezzi di nuvole e venti di tabasco che alla fine non manca più di quanto mi manchi tu.


C A N C R O 

Finché i canti gregoriani saranno solo appannaggio dei muri a forma di frequenza radio, mangeremo ghirlande di zucchine sdraiati in autostrada.

L E O N E

Non si può perdere un secondo neanche se sei uno scolapasta, ma neanche se vai a scuola di pasticceria, devi solo essere roboante davanti ai gerani.

V E R G I N E

Una lama che scrive libri di antropologia può capirlo da sé: i maniscalchi non sono alberi da frutto, ma neanche fontane di coccodrilli.

B I L A N C I A

Unire i puntini e scoprire che le galassie si affermano grazie al commercio di alabastro fa riflettere ma fa anche venir voglia di mangiare caleidoscopi.

S C O R P I O N E

Lungo la via per il ritorno, c’è anche un grissino che vi guarda con occhi friabili e pieni di marmellata di chiodi che non sanno stare al mondo.

S A G I T T A R I O 

Se avete finalmente capito il motivo per il quale non ci sono gomiti nelle feritoie distratte, potrete iniziare a correre su sentieri di risate per fornelli a induzione.

C A P R I CO R N O

Una cisterna non cerca la pace solo al fondo dei fiumi in secca, ma si può anche abituare a dormire sdraiata di lato e a sognare sopracciglia di ambra.

A C Q U A R I O 

Per quanto riguarda le curve, i criceti sono tutti d’accordo sulla questione delle impronte digitali ottenute con mezzi analogici, ma le foreste urlano sospiri d’affetto.

P E S C I 

Se vi sbellicate per le frattaglie di discorsi a pois, provate a dormire in un frantoio per mesti pensieri liturgici oltre la data di scadenza.