Pomme de Terre: la patata ripiena sotto i portici di via Sacchi

Locale rustico per una sosta casereccia con gusto. Quando basta prendere una patata e riempirla con ciò che più ci piace all’insegna della rusticità si vince, tenendo sempre a mente che la semplicità e il gusto farinoso del tubero più famoso del mondo non ha eguali.

_
_di Elisabetta Galasso

Pomme de terre è un piccolo locale sotto i portici di via sacchi al numero 18 di fronte alla Stazione Porta Nuova ed è il luogo ideale per chi, appena uscito dalla stazione ha voglia di mangiare qualcosa al volo prima di tornare a casa o semplicemente per chi desidera un pranzo o una cena senza impegno ma con gusto. L’offerta proposta è simile a un’altra ben più nota nel cuore della città, ma Pomme de terre è stato il primo locale a offrire una così variegata offerta di abbinamenti e le materie prime vengono scelte e trattate con cura. La pecca forse è quella di trovarsi in una zona più defilata, ma è anche la sua forza poiché nelle immediate vicinanze della stazione e nel quartiere San Secondo mancano luoghi di aggregazione e di buon cibo con un adeguato rapporto qualità – prezzo.

Il locale è informale, spartano e molto piccolo sia all’interno che all’esterno (consigliata la prenotazione).  I tavoli sono di legno con sopra una grossa tovaglia di carta pronta ad accogliere la regina della serata: la patata ripiena.

Dalle più semplici farciture tutte scritte su di una lavagna (consigliamo quella alla stracciatella e crudo di parma) a quelle che accolgono le eccellenze del Piemonte, tra cui la salsiccia di bra (rigorosamente cruda) il tomino, il formaggio al barolo, il peperone di Carmagnola, il tomino, il bagnetto verde, il vitello tonnato. Il prezzo si aggira dai 5 a 9 euro per patata e si può scegliere se averla con olio d’oliva oppure al burro. La farcitura è abbondante e si sposa sempre bene con qualsiasi ingrediente.

Per i più golosi si può scegliere di cominciare con un antipasto di focaccia allo stracchino o più semplice al prosciutto, crudo rucola e pomodorini, bruschette e piadine. Il tutto annaffiato da vino della casa oppure da birre artigianali della zona. Dopo essersi riempiti la pancia è possibile continuare con dolci fatti in casa, ma con cautela a meno che non si preveda una lunga passeggiata per bruciare le calorie appena ingerite.

La tradizione francese dal nome del locale, a quella piemontese si incontrano, sotto il segno della golosità e dell’abbondanza senza però tralasciare la qualità.

 

Indirizzo : Via Sacchi 16.

Orari : lun, mar 19-23 ; merc,gio, ven sab 12-15.30, 19-23.

Telefono: 0115620595.

 

Comments