Un “aperitivo di parole” contro gli stereotipi di genere al Circolo dei Lettori

Martedì 16 ottobre, dalle 19, l’aperitivo a cura di Brave con la lingua darà ai partecipanti la possibilità di liberarsi di tutti gli stereotipi di genere che infestano la nostra contemporaneità. 


_ di Beatrice Brentani

Il Circolo dei Lettori ce la mette tutta per organizzare eventi non solo utili e densi di ricchezze, ma anche in qualche modo creativi e curiosi. Ad esempio, il particolare aperitivo che si terrà martedì 16 ottobre a partire dalle 19: un evento a cura di Giulia Muscatelli e Irene Roncoroni per Brave con la lingua (se volete leggere qualche notizia in più su questo libro, vi consigliamo l’articolo de Il Fatto Quotidiano o il resumen della serata di presentazione del libro, nell’archivio del sito del Circolo)in collaborazione con Titoo For You.

Verrà fornita una lista di parole, le parole stereotipate, fissate su carta, quelle solite definizioni che ci attribuisce l’esterno, ma che noi non riconosciamo, e un “banchetto” di tatutaggi (temporanei). Impareremo come levare la colla da tutti quegli stickers che ci sentiamo addosso ma che, in realtà, non ci appartengono, come la pelle morta del serpente che muta, o la conchiglia sbagliata del paguro che cerca un nuovo rifugio in cui rintanare il proprio corpo. E invece, sono proprio i nostri caratteri somatici e psichici gli elementi rivelatori del nostro vero essere: tiriamoli fuori. Esponiamoli come un tatuaggio.

Comments