Gli appuntamenti di ottobre nelle biblioteche e nelle librerie indipendenti di Torino

Un mensile targato OUTsiders con alcuni degli appuntamenti più interessanti che si terranno nelle biblioteche civiche torinesi e nelle librerie indipendenti.

_ di Beatrice Brentani

Portici di Carta è appena terminato: eccoci pronti con un altro fittissimo calendario – no, non riposiamo mai. Anzi, meglio dire così: noi ci riposiamo con le parole. Le nostre menti si distendono quando sentiamo parlare di libri e culture. In questo modo, riusciamo sempre a tenerci lontani dagli affanni e dalle quotidiane incombenze, che così poco hanno a che fare con le nostre vere passioni.

Cominciamo con gli eventi nelle Biblioteche civiche torinesi: 

Il Biblbiobus: la biblioteca itinerante del Servizio Biblioteche partita in occasione di Portici di carta. Un grosso veicolo attrezzato con libri a scaffale e computer che porta nelle aree cittadine meno servite dalle attuali sedi del Sistema bibliotecario urbano un servizio gratuito e tecnologicamente avanzato di informazione e conoscenza. Il Bibliobus è stato acquistato con i fondi di AxTO, il progetto della Città di Torino per la riqualificazione e la sicurezza delle periferie finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. La grafica che veste il mezzo è stata curata dagli allievi e dalle allieve dello IED Torino. Con i suoi 1200 volumi per bambini, ragazzi e adulti e con le nuove opportunità offerte dai servizi della Biblioteca digitale, sarà presente in alcune zone della città e anche in occasione di specifiche manifestazioni ed eventi.

Il Bibliobus è dotato di pc, tablet e televisori. Il calendario è il seguente: martedì dalle 14.30 alle 18.30 in Piazzale Umbria; mercoledì dalle 14.30 alle 18.30 in Corso Telesio (angolo via Servais); giovedì dalle 14.30 alle 18.30 in Parco Ruffini (Viale Bistolfi); venerdì dalle 14.30 alle 18.30 nei Giardini dell’IIS Primo Levi (corso Unione Sovietica 490); sabato dalle 8.30 alle 14.30 in via Chiesa della Salute (angolo via Villar).

Hangar Lab. Re-inventare il futuro: continuano gli incontri e workshop per avvicinare gli operatori culturali ad un approccio imprenditoriale e sviluppare il proprio potenziale. È l’occasione per trasferire strumenti operativi con l’obiettivo di rafforzare e far crescere le realtà culturali sui territori. Un calendario di laboratori diffusi su tutto il Piemonte. Si tratta di un percorso laboratoriale di divulgazione e di avvicinamento ad alcune professioni legate alla creatività. Un progetto promosso dall’Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte e realizzato dalla Fondazione Piemonte dal Vivo. Per iscrizioni e informazioni: info@hangarpiemonte.it.

Sabato 13 ottobre, ore 16.30, presso la Biblioteca civica Centrale:  IL MONDO DELL’ESPERANTO. La lingua pianificata da Lejzer Zamenhof (1859-1917) per l’uso internazionale, in pochi mesi alla portata di tutti. A cura del Centro Esperanto di Torino

Martedì 16 ottobre, ore 17.30, presso la Biblioteca civica Alessandro Passerin d’Entrèves: STUDI DANTESCHI. Ciclo di incontri a cura del Centro studi P.A.N.I.S.
I prossimi appuntamenti si terranno martedì 23 e martedì 30 ottobre.

Sabato 20 ottobre, ore 16.00, presso la Biblioteca civica Centrale: IL DESIGN DELLA COMPLESSITÀ E DEL CAMBIAMENTO NELLE ORGANIZZAZIONI. Nell’ambito di Torino Design of the City, incontro con Stefano Zordan, traduttore e curatore dell’edizione italiana de La Pratica della Leadership adattiva (Franco Angeli, 2018).

Mercoledì 24 ottobre, ore 17.30, presso la Biblioteca civica Centrale: ALICE MUNRO. Primo incontro del ciclo Maestri e Nobel delle letterature in inglese. Scrittori e scrittrici delle ex-colonie dell’Impero britannico, di cui a stento conoscevamo il nome, erroneamente ritenuti inglesi, rappresentano in realtà un corpus narrativo e poetico di grandissimo valore e interesse, che merita di essere più letto e meglio conosciuto. Sette incontri da ottobre a maggio a cura di Paolo Bertinetti, professore di Letteratura inglese, Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne dell’Università di Torino.

Stesso giorno, ore 19.00, presso la Biblioteca civica Centrale: 1968: LA PLAYLIST. La musica dell’anno che ha sconvolto il mondo. Video playlist commentata da Franco Bergoglio, autore de I giorni della musica e delle rose. Rock, pop, jazz, soul, blues  nel vortice del ’68 (Stampa Alternativa 2018)

Martedì 30 ottobre, ore 18.00, presso la Biblioteca civica Villa Amoretti: L’ALTRA METÀ DELLA RELATIVITÀ. La storia umana e personale di un grande scienziato: le complesse e innovative teorie scientifiche e il rapporto con Mileva Maric, compagna di studi e prima moglie di Einstein. Nell’ambito della rassegna Teatro e Scienza. A seguire alle 19.00 seminario con Anna Carbone, docente associata di Fisica al Politecnico di Torino.

Vi ricordiamo anche i gruppi di lettura delle biblioteche civiche torinesi: QUI per maggiori informazioni (noi ci limitiamo solamente a esprimervi la nostra euforia per il gruppo interamente dedicato alla lettura delle opere di Philiph Roth!).
E non è finita qui: nelle biblioteche si organizzano anche eventi musicali, mostre, corsi di lingua e molto altro. Il programma completo è disponibile QUI.

Federico Sirianni

E ora slittiamo verso gli appuntamenti nelle librerie indipendenti – come al solito, non ve li segnaleremo tutti, ma solamente quelli che ci sembrano i più meritevoli di una sbirciata:

Fino al 5 dicembre, ogni mercoledì, presso la Libreria Luna’s Torta, si tiene un Corso di illustrazione dal titolo “Raccontare con le immagini” di e con Pia Taccone. Il corso si rivolge a chi ama disegnare e vuole approcciarsi all’illustrazione anche per la prima volta.
Le lezioni sono dieci in totale e si svolgono dalle 18 alle 20. Costo: 130 euro a corsista
Info e prenotazioni allo 0116690577

E ancora, presso la Luna’s: a partire da giovedì 11 ottobre inizierà una serie di incontri a cura di Alessandra Racca intitolati “Ad alcuni piace la poesia”: un’ora al mese dedicata alla lettura e all’ascolto di poesie.
Dopo aver ospitato per due stagioni l’Atti Impuri Poetry Slam e numerosi poeti performativi provenienti da tutta Italia, da Luna’s Torta nasce un appuntamento mensile dedicato alla poesia, per ascoltarla e conoscerla: sette incontri, un reading al mese, un’ora (più o meno) di poesia letta ad alta voce. Ogni incontro dedicato a temi e poeti differenti per avventurarsi fra i versi che conosciamo e amiamo e per conoscerne di nuovi.

Giovedì 18 ottobre, invece, alle ore 20.30, sempre alla Luna’s, la presentazione di Altre città invisibili di Federico Sirianni: un viaggio per città immaginarie ispirato al capolavoro di Calvino. Altre città Invisibili è uno spettacolo lungo tutta la stagione, che trae ispirazione da Le città Invisibili di Italo Calvino. Federico Sirianni accompagnerà ogni mese il pubblico in un lungo viaggio suggestivo attraverso città che non si possono visitare ma che sono dentro e intorno a tutti noi.

Passiamo agli eventi presso la libreria Bodoni:

Giovedì 11, alle 18.30, il primo appuntamento del ciclo di incontri Cosmogonie, quando le scienze diventano racconto: libri, incontri, protagonisti. Questo ciclo di incontri si sviluppa intorno alla necessità di proporre ai lettori libri che affrontino in modo trasversale temi quali la scienza, l’ambiente, il rapporto uomo-natura, la letteratura e lo storytelling green. Questo giovedì, la presentazione del libro Il trucco c’è e si vede (Casa Editrice Chiarelettere) di Beatrice Mautino (biotecnologa, divulgatrice scientifica). Conduce Danilo Zagaria.

La libreria prende inoltre parte di Flor Autunno 2018, la manifestazione florovivaistica della città di Torino, con la presentazione di domenica 14 ottobre, alle 17:30, del libro Il Bio non è una bufala. Perché fa bene, è giusto e fa risparmiare (Piemme) di Stefano Genovese. Con l’autore dialoga Licia Granello, giornalista de la Repubblica.

Dal 20 al 28 ottobre, la libreria ospiterà l’iniziativa nazionale Ioleggoperché per la promozione del libro e della lettura, fondata sulla passione dei lettori di ogni età ed estrazione. Al centro di questa iniziativa ci sono i libri, le persone, tutti gli organismi e le iniziative che hanno a cuore la lettura e, in generale, la cultura.

E ora, la libreria del Golem:

I giorni 10, 17 e 24 ottobre, dalle 9.30 alle 12.30, la libreria ospita gli incontri del corso di accompagnamento all’esame di stato di psicologia dal titolo “Keep calm e affrontiamo l’esame di stato“, patrocinato da Casa del Sole.  Il costo complessivo del corso è di 35 euro. I posti a disposizione sono massimo 10 quindi: se interessati, scrivete alla mail lacasadelsole.aps@gmail.com o chiamate ai numeri: 3201549200 (Elisabetta), 3404965168 (Tania), 3403368515 (Sonia).

Sabato 13 ottobre, alle ore 11, la libreria avrà come ospite l’editore di CasaSirio, Martino Ferrario, che rpesenterà i racconti di Lavoro Sporco.

Presso la libreria Il ponte sulla Dora, invece, martedì 16 ottobre la scrittrice Madeleine Thien incontra i lettori: l’autrice canadese finalista al Premio Bottari Lattes Grinzane 2018 (sezione Il Germoglio) con il romanzo Non dite che non abbiamo niente (66thand2nd; traduzione di Maria Baiocchi e Anna Tagliavini) sarà per la prima volta a Torino per incontrare i lettori in un doppio appuntamento, in vista della gara finale al castello di Grinzane Cavour (20 ottobre). Mercoledì 17 ottobre, infatti, alle ore 18, l’autrice incontrerà i suoi lettori presso la Biblioteca civica Villa Amoretti – un un incontro in collaborazione con la Libreria Gulliver e coordinato dal gruppo di lettura “Leggermente”.

E ora, la Libreria Trebisonda: a partire dal 17 ottobre 2018, ogni mercoledì dalle 19 alle 20:30, si terrà un corso sulla letteratura slava a cura di Alessandro Aires: sette lezioni per saperne di più su autrici e autori del mondo slavo. Vi segnaliamo i primi tre incontri di ottobre: 17/10 Anna Achmatova, la poetessa russa più nota, vita e versi all’altare della storia; 24/10 Milan Kundera, scrittore ceco travolto da una popolarità insostenibile in Italia negli anni ’80; 31/10 Dubravka Ugresic, la “strega” croata abile a individuare mode e tendenze di società e scrittura oggi.

Madeleine Thien

Comments