Vino e sport? Il 1° settembre c’è la Canelli Wine Run

Pronti per la terza edizione della Canelli Wine Run? Calici e nebulizzatori sono impazienti di tingere con i colori del vino tutti i partecipanti. Canelli apre le porte ad atleti professionisti, e non, che amano lo sport ma non sanno rinunciare a un buon rosso o alle bollicine del migliore spumante.


_di Giorgia Bollati

Chi l’ha detto che vino e sport non sono compatibili? La Canelli Wine Run ne è la controprova: 5 chilometri di corsa, o, per i meno allenati, camminata, rinfrescati da spruzzate di vino e degustazioni. Il 1° settembre, tra le vie di Canelli, ogni mille metri ci sarà un grande arco gonfiabile pronto ad accogliere i partecipanti con una pioggia di vino che sgorgherà da calici e wine spryer. Aperitivo rosato Ramazzotti, Ruchè di Castagnole Monferrato, Asti Spumante, Barbera, Spumante Metodo Classico firmato Cantine Bosca, Moscato Canelli e amaro Ramazzotti sono i vini in carta per degustazione e nebulizzazione.

Inizia alle 16, con l’apertura del Wine Run Village, la preparazione per la corsa, tra esibizioni musicali live, degustazioni di street food canellesi ed esercizi di riscaldamento muscolare. Ricco l’equipaggiamento di gara: maglietta personalizzabile, buono ristoro, buono wellness per il massaggio ai polpacci, sconti per acquisto di integratori, abbigliamento sportivo e tutti gli omaggi dei negozianti locali. Il costo di iscrizione è di 15 euro, con possibilità di partecipazione gratuita per bambini fino ai 10 anni e corridori diversamente abili in carrozzina. È raccomandata la prenotazione sul sito canelliwinerun.it.