Le foto di Maria Antonietta all’Hiroshima Mon Amour

Pochi giorni prima dell’esibizione al Concerto del Primo Maggio, Maria Antonietta è passata da Torino. In un Hiroshima Mon Amour gremito, la cantante ha presentato il suo ultimo disco “Deluderti” (che abbiamo avuto modo di commentare insieme a lei nel backstage: clicca qui per la nostra intervista). 

Maria Antonietta è ormai un autrice ed una performer dallo stile riconoscibilissimo e il suo ultimo lavoro discografico sviluppa ulteriormente la sua poetica in bilico tra turbamenti esistenziali e voglia di evasione, urgenza e consapevolezza. Accompagna dalla sua chitarra rosso fuoco, su un palco costellato di fiori e luci (clicca qui per il programma completo di Hiroshima), la “ragazza che voleva essere felice ad ogni costo” canta la sua personalissima rivoluzione interiore. E il pubblico la segue, in coro, intonando già a memoria buona parte del suo repertorio.

Gallery a cura di Corrado Iorfida

Maria Antonietta, Hiroshima Mon Amour – 28.04.2018
Maria Antonietta, Hiroshima Mon Amour – 28.04.2018
Maria Antonietta, Hiroshima Mon Amour – 28.04.2018
Maria Antonietta, Hiroshima Mon Amour – 28.04.2018

«Negli ultimi anni questo processo di sviluppo e autoconsapevolezza è accelerato in modo un po’traumatico. Non è mai lineare il percorso che ti porta verso il meglio. Però credo che si stia realizzando e, perché si realizzi, sia le donne che gli uomini debbano sentirsi responsabili. Tutti hanno una parte in questo, io cerco di dare il mio contributo» (tratto dalla nostra intervista che potete leggere per intero qui)

Maria Antonietta, Hiroshima Mon Amour – 28.04.2018
Maria Antonietta, Hiroshima Mon Amour – 28.04.2018
Maria Antonietta, Hiroshima Mon Amour – 28.04.2018
Maria Antonietta, Hiroshima Mon Amour – 28.04.2018
Maria Antonietta, Hiroshima Mon Amour – 28.04.2018
Maria Antonietta, Hiroshima Mon Amour – 28.04.2018
Maria Antonietta, Hiroshima Mon Amour – 28.04.2018
Maria Antonietta, Hiroshima Mon Amour – 28.04.2018

Quest’estate torna il Flowers Festival a Collegno! Clicca qui per il programma completo

 

Comments