Il valore estetico dei numeri nelle fotografie di Maya Quattropani alla Galleria Moitre

L’artista multidisciplinare Maya Quattropani, classe 1983, propone presso la Galleria Moitre una serie di fotografie all’insegna della ricerca dei numeri, in relazione alla fotografia e ai tempi di posa, attribuendogli un valore estetico, fino alla trasformazione stessa degli spazi in una camera oscura temporanea che coinvolgerà il pubblico.

La Galleria Moitre è lieta di presentare Number Series, mostra personale di Maya Quattropani caratterizzata da una serie inedita di fotografie analogiche interamente dedicate ai numeri. L’evento espositivo fa parte del progetto FO.TO. Fotografi a Torino ideato e curato da Andrea Busto per il Museo Ettore Fico di Torino. La galleria ospita per l’occasione una selezione di stampe ai sali d’argento, impreziosite da collage a colori, degli oltre cento scatti raccolti dall’artista su pellicole bianco-nero in diverse aree urbane di Francia, Israele, Italia, Stati Uniti e Svizzera, dal 2015 al 2017.

La catalogazione e l’archiviazione sono caratteristiche tipiche della ricerca artistica di Maya Quattropani che si rivelano inevitabilmente anche in questo lavoro. Il punto di partenza è una collezione di testi automatici e paroliberi dattiloscritti tra il 2012 e il 2017 con la collaborazione di scrittori occasionali differenti per età, background culturali e famiglie linguistiche. La considerevole presenza di numeri emersi nei suddetti scritti ha spinto Quattropani a stilarne una lista e individuare un metodo di rappresentazione visiva. I suoi recenti viaggi in Europa, Stati Uniti e Medio Oriente sono divenuti un pretesto per rintracciare i numeri in elenco, costruire un rapporto tra il taglio d’inquadratura e il tempo di posa, imprimerli su pellicola fotosensibile, rivelarli e fissarli su carta fotografica, giocare sulla relazione tra superficie di rappresentazione e spazio di esposizione.

Il lavoro in mostra presso la Galleria Moitre di Torino racconta la prima fase della ricerca di Maya Quattropani focalizzata sull’idea di attribuire un valore estetico ai numeri che circondano la nostra quotidianità per opera del processo ottico-chimico dell’atto fotografico. Il compito successivo è innescare  nuove riflessioni sul tema. Sabato 26 maggio 2018 gli spazi della galleria si trasformeranno in una camera oscura temporanea all’interno della quale l’artista realizzerà una performance pubblica finalizzata alla creazione collettiva e guidata di una serie di fotogrammi analogici: i Numbergraphs. Le opere prodotte dalla collaborazione del pubblico – mutato in fotografo occasionale – diventeranno parte integrante della mostra Number Series fino al 21 luglio 2018.

La partecipazione al gioco-azione è gratuita e aperta a tutti.

Opening: giovedì 3 maggio 2018, ore 18:00 – 21:00

Perfomance partecipata: sabato 26 maggio 2018, ore 16:00 – 19:00

Esposizione: 4 maggio – 21 luglio 2018

(ndr, testo tratto dal CS diffuso)

Comments