Echo & The Bunnymen a TOdays Festival

Non c’è ancora l’ufficialità, ma il meccanismo degli “Indizi” di TOdays è ormai rodato: i prossimi ospiti del festival sabaudo sono un nome cult del post-punk. 

Clicca qui per verificare tu stesso l’indizio di TOdays.

 

McCulloch e soci si incontrarono a Liverpool a fine anni ’70 e debuttarono con il bellissimo “Crocodiles”. Già con il successivo “Heaven Up Here” (1981), Echo And The Bunnymen si ritrovarono nelle primissime posizioni delle classifiche inglesi e americane.
Il capolavoro arrivò nel 1984 con il fantastico “Ocean Rain”. Nel 1988 McCulloch lasciò il gruppo e un anno dopo il batterista Pete De Freitas morì in un incidente stradale con la sua moto.
Nel 1994 McCulloch e Sergeant tornarono a lavorare insieme  e, tra un tour e l’altro, registrarono gli album Flowers e Siberia .
Attualmente li accompagnano nei concerti il batterista Simon Finley, il bassista Stephen Brennan, il chitarrista Gordy Goudie e il tastierista Paul Fleming.
Nel settembre 2008 i Bunnymen sono stati invitati per esibirsi live con il loro capolavoro del 1985 Ocean Rain alla Royal Albert Hall di Londra, a cui hanno seguito poco dopo concerti sold out a  New York presso il Radio City Music Hall e nella nuova Arena di Liverpool. Le recensioni dei concerti parlano di live  “euforici” e “trascendentali”, e di un romanticismo e una grandiosità senza tempo.
I Bunnymen hanno lasciato una traccia indelebile e fondamentale nella storia del rock: sono innumerevoli le band che negli ultimi 20 anni hanno attinto al suono e allo stile dei Bunnymen: dagli Oasis ai Coldplay, dai The Dandy Warhols ai Glasvegas, dai Killers a Courtney Love.

Comments