UFO: l’opera urbana volante che disegna la città con i droni

Progetto a più mani con base a Torino che nasce dalla volontà della qualificazione del tessuto urbano come connubio tra tecnologia e arte, con un occhio di riguardo al futuro della cultura.

_di Miriam Corona

Nell’incontro tra tecnologia d’avanguardia e l’arte, nasce UFO – Urban Flying Opera, progetto lanciato lo scorso 30 gennaio a Torino da quattro prestigiosi partner: Compagnia di San Paolo, Carlo Ratti Associati, Istituto Superiore Mario Boella e Algoritmo. Per la prima volta verrà impiegato l’uso dei droni per la realizzazione di vere e proprie opere d’arte, utilizzando lo sfondo urbano come tela.

Uno dei punti fondamentali del progetto UFO è il coinvolgimento dei cittadini e di chiunque usufruisca della webapp UFO, piattaforma online disponibile per chi voglia partecipare; da gennaio a marzo è infatti possibile contribuire alla maxi-tela disegnandone una porzione che rappresenti il tema principale, “Design the city” (“Disegna la tua città”). Ogni lavoro sarà poi giudicato da un gruppo di curatori artistici che designeranno la miglior tela.

La finalizzazione del progetto culminerà durante un evento pubblico che si terrà a Torino, presso il Parco Peccei, tra i 4 e il 7 Maggio 2018, all’interno di un ex-capannone industriale. Lì, due sciami di quattro droni a volo autonomo, ognuno dotato di una bomboletta spray (secondo lo schema della stampa a quadricromia – Ciano, Magenta, Giallo e Nero) realizzeranno l’opera finale su una tela larga circa 15 metri e alta 10.

UFO coinvolge le più disparate realtà, artisti, designer, comunità di quartiere e studenti universitari – dimostrando che le tecnologie digitali possono permettere lo sviluppo della cultura e incentivare la creatività, creando allo stesso connessioni e aggregazioni sociali. Uno stretto legame dunque con il territorio, specialmente di Barriera di Milano, del quale sono coinvolte le associazioni culturali e gli abitanti, dando una vocazione all’eccellenza e unendo il desiderio di dare vita a un nuovo modello per lo sviluppo culturale e l’innovazione urbana.

Per più informazioni su UFO – e per iniziare a disegnare: www.ufotorino.com