La panetteria “Voglia di Pane” esporta le sue bontà: nasce Spoto Bakery

Inaugura il 12 gennaio Spoto Bakery in via XX settembre 57 e il Maestro del Gusto Alessandro porta in centro i suoi lievitati di qualità, leggeri e saporiti in un bistrot moderno e accogliente. 

_
_di Giorgia Bollati

La sospensione dell’oscurità notturna, la delicatezza del timoroso cinguettio in sul far del giorno, e l’aria fumosa di un laboratorio di panetteria, acqua, lievito, un sacchetto di farina: ecco la ricetta del pane buono, quello degli animi sensibili, impastato con cura e lasciato lievitare per ore. Dal lento amore per le piccole cose nasce Voglia di Pane, la panetteria in via Chiesa della Salute del Maestro del Gusto Alessandro Spoto (che abbiamo incontrato di recente a Una Mole di Panettoni con la sua creatura lievitata), nella quale si possono assaggiare pani e farine di tutti i tipi, da quelli più classici a quelli più ricercati, appartenenti a tradizioni lontane e quasi dimenticate.

La maestria con cui ha condotto al successo il suo primo negozio ha permesso ad Alessandro, grazie all’aiuto della sua squadra di panettieri e fornai, di aprire un nuovo punto vendita, Spoto Bakery in via XX Settembre, inaugurato ufficialmente il 12 gennaio con brindisi e aperitivi in una grande festa che ha visto adulti e bambini sorridere di fronte alle più belle focacce.

Focacce romane, pani farciti, salatini e pizzette, insieme alle brioches e ai dolci, riempioni gli scaffali di questo nuovo negozio, perfetto per un pranzo al volo, al tavolo o take away.

I prezzi sono leggermente sopra la media, per qualità degli ingredienti e del lavoro: 4 euro i tranci, tra i 4 e i 3,50 euro i dolci di pasticceria, 32 euro al chilo i salatini, mentre i costi del pane sono variabili. Ricche le farciture, leggeri gli impasti e saporiti i salatini: i lievitati, come i risotti, vanno coccolati e, una volta sfornati, mostrano tutto l’amore della lenta preparazione, e quelli del nuovo bistrot si dimostrano all’altezza. Buon inizio, allora, al nuovo infarinatissimo negozio firmato Spoto, armato di zucchero, olio e lievito madre.