Segnate in agenda i prossimi concerti all’Astoria

Il Basement dell’Astoria ha in serbo per noi una carrellata di ottimi concerti nei prossimi mesi. 

Anche quest’anno non ci siamo annoiati all’Astoria. Quello che si chiude tra poco più di 10 giorni è un 2017 di programmazione musicale intensa tra nomi di punta della scena italiana indipendente e band delle nicchie internazionali più interessanti: ai nomi di YOMBE, M¥SS KETA, Carl Brave x Franco 126 si sono sommati quelli di artisti come Algiers, Whitney, Preoccupations e Micah P.Hinson.

L’ondata di live che chiude il 2017 e apre il 2018 attinge direttamente dal calderone dei personaggi italiani più in vista: il Basement dell’Astoria si prepara ad ospitare le sfaccettature più eterogenee della scena nazionale attuale, dal cantautorato di Germanò all’hip hop atipico di Frah Quintale.

Da Milano all’Australia passando per Londra: i protagonisti degli ultimi (e dei primi) live dell’Astoria aggiungono alla propria musica il racconto e le sensazioni dei luoghi che li hanno segnati in un contesto in cui l’habitat urbano diventa protagonista.

Giovedì 21 Dicembre
Gionatan Scali – Live acustico |
Ingresso gratuito  

Lo conosciamo tutti come Johnny Fishborn. A 3 anni dall’uscita di Windmill Girl, Gionatan Scali torna con il suo vero nome e con nuove canzoni, cartoline dell’influenza di Londra sulla musica.
Hell Boi sarà il primo singolo ad essere presentato per Close To Me nel salotto di Astoria, suonato in chiave acustica insieme a Pietro Fornara, un amico di vecchia data  tornato da poco dal tour in Giappone con la sua band fondata a Berlino, gli Alright Gandhi.

Venerdì 22 Dicembre
Germanò in concerto + Réplicant | 
Tickets: €5 in prevendita / €8 

Germanò nasce a Trastevere e cresce a Monteverde Vecchio, ma nelle sue vene scorre sangue australiano. Inizia a fare musica nel 2008 con i “Jacqueries” e nel 2012 fonda l’art rock band “Alpinismo” con cui pubblica un EP per 42 Records. Franco Califano ed Enzo Carella sono i suoi autori e personaggi preferiti.
Nel 2017 arriva “Per Cercare Il Ritmo”, il primo full length uscito per Bomba Dischi / Universal.  9 canzoni, un disco che parla di sentimenti su atmosfere che attingono da jazz, Motown, pop-rock e disco-music.
Ad aprire le danze, il duo francese elettro-pop Rèplicant (Bomba Dischi)

Sabato 13 Gennaio 2018
Belize Live | h. 22.00

Tickets: €6 in prevendita limitata / €8 

Da X Factor al Basement tra Vocoder e trip hop: dopo aver conquistato anche Manuel Agnelli, i Belize esplorano le varie sfaccettature della musica urban più attuale, scomponendo e ricomponendo mondi sonori influenzati dal rap e dall’elettronica. Il 2017 vede la luce del nuovo EP Replica da cui sono stati estratti i singoli Pianosequenza e Superman.

Sabato 20 Gennaio 2018
Frah Quintale live | h. 22.00

Tickets: SOLDOUT

Manca ancora un mese ma è già soldout: Frah Quintale classe 1989, è annoverato da rapburger.com tra “i 13 rapper italiani su cui puntare nel 2017”.  Dietro all’enorme testa di cartapesta dei suoi video non si nasconde Micheal Fassbender bensì metà dei Fratelli Quintale, duo rap nato nel 2006.
Pop dal sapore rap e rap dalle sonorità pop: Frah Quintale si presenta sul palco del Basement con il nuovissimo Regardez Moi, uscito il 24 novembre per Undamento e prodotto da Ceri, già produttore di Coez.

Venerdì 26 Gennaio 2018
COMA COSE live | h. 22.00

Tickets €8 +dp su www.diyticket.it

I Coma Cose sono Fausto Lama e Francesca alias California DJ. Descrivono il loro genere come «Attitudine Urbana» e della loro musica dicono che «suona come gli ingressi dei palazzi di Milano di notte, Laura Palmer o giù di lì». La musica e il flow di Coma Cose raccontano la Milano dei Navigli e di Porta Ticinese e nel 2017 si riversano in un EP: “Inverno ticinese” è uscito lo scorso 13 ottobre con una tracklist di soli tre pezzi con sonorità che spaziano dal cantautorato al rap all’elettronica.

Prossimamente:

ANDREA POGGIO
FRI 02.02.18 – BASEMENT

Il nuovo progetto solista del frontman dei Green Like July. ‘Controluce’ arriva dopo tre anni di scrittura, registrato tra Milano e New York da Eli Crews (tUnE-yArDs); Il risultato è un disco pop (cantautorale) per come il pop andrebbe inteso: interessante, diverso, quasi sperimentale. Un pop paradossalmente di nicchia, ma che in questo paradosso trova davvero la sua dimensione ideale.

SAN DIEGO
FRI 16.02.18 – BASEMENT

San Diego è un cantautore, che ama il pop, l’italo disco (non a caso) e gli anni 80 delle spiagge con gli ombrelloni pastello.
San Diego assorbe i riferimenti, i costumi e le attitudini che sono il riflesso dell’epoca che lo ha visto nascere.
Uno stile surreale (in cui figura anche una collaborazione con lo Sgargabonzi) che si muove su coordinate precise: ‘Fine dell’Estate’ dei Thegiornalisti, San Junipero e Stranger Things.

PEACH PIT
WED 21.02.18 – BASEMENT


‘Chewed Bubblegum Pop’ mescola angoscia adolescenziale e vibrazioni estive con un sound che oscilla tra Mac Demarco e Homeshake. La giovanissima band di Vancouver presenta l’album “Being So Normal” per la prima volta in Italia!

Comments