Padellino e farinata: le migliori pizzerie “alla torinese”

A Torino la pizza si fa spessa, soffice e di dimensioni ridotte. Spesso poi la si abbina alla farinata: questa l’antica forma mentis sabauda, pochi fronzoli e tanta sostanza. Ecco i posti che amiamo di più.

_
_di Giorgia Bollati

La pizza di Torino, come la si chiamava un tempo, era piccina, spessa e soffice, con un condimento ben dosato e priva di “cornicione”: questa è la pizza al padellino, la morbida ricetta sabauda, versione montanara dell’assolata pizza alla napoletana. Stesa direttamente in una piccola teglia, cosparsa di polpa di pomodoro fino al bordo e lasciata riposare fino al momento della cottura, quando viene condita di tutti gli ingredienti secondo il menù, la pizza al padellino è l’alterego del buon signorotto piemontese.

Fino agli anni 70, quando la pizza napoletana ha conquistato i palati della grigia Torino, questo era ciò che ci si aspettava dalle pizzerie, che sfornavano, da tradizione, anche la delicata farinata, seguendo un’accoppiata già approvata dalle vecchie farinaterie genovesi. Oggi la pizza al padellino torna con furore e, tra le tante ottime pizzerie che hanno scelto la vecchia ricetta utilizzata ai piedi delle Alpi, quattro sono quelli del nostro cuore (tutti con un ottimo rapporto qualità/prezzo).

Cit ma bon

Con un nome così, non può che intenerire: Cit ma bon è da anni un’istituzione per la bella collina di Torino, subito a sinistra della Gran Madre (spalle alle montagne). Con vista sul Po e sugli alberi dei suoi margini, una soffice pizza al padellino, come quella che qui si trova, scioglie il gelo che si sta impossessando della città. Arredata in stile marinaresco, la pizzeria ripropone l’animo ligure della sua farinata abbinata alla calda pizza al padellino e non delude.

Dove? In Corso Casale 34

Salsa Rossa

A Moncalieri, a un passo dalla grande città, i forni si scaldano per preparare una pizza al padellino morbida e avvolgente, farcita riccamente con pomodoro, mozzarella filante, funghi, salamino piccante e tutto quello che la fantasia incontra. Alta e soffice, la sua pizza è morbida e croccante allo stesso tempo, leggermente fritta alla base. Ottima anche la farinata, cotta secondo regolamento: morbida all’interno e croccante all’esterno.

Dove? In Corso roma 85, Moncalieri

Da Gino

Servizio veloce, locale spartano e tanta allegra frenesia: questo è Gino, il posto della pizza al padellino, ma soprattutto della farinata, in zona piazza Sabotino. La pizza alla piemontese è alta e morbida al punto giusto, calda e ben condita. La ricetta ligure, qui, trova abili mani che sanno perfettamente come eseguirla e le speranze di chi va in cerca di un posto dove poterla assaporare non vengono disattese. Teglie di farinata vengono continuamente infornate e mai un improvvisato cliente si troverà ad addentarne una fetta ormai fredda, ma i camerieri sempre si preoccuperanno di offrirgli il meglio.

Dove? In Via Monginevro 46/bis

Pizzeria Baita Sette Nani

Improbabilmente situata subito dietro a via Roma, questa piccola baita trasporta tra le gelide nevi del Monte Bianco chi varca l’ingresso, e allora non c’è nulla di meglio del cuore caldo di una pizza al padellino, e di un piatto di farinata, per scaldarsi. Gentilezza e simpatia sono le cifre di questo rifugio, che già solo per la piccola saletta vale la pena di una visita.

Dove? In Via Andrea Doria 5

Da Michi

Farinata, focacce e pizza, napoletana o al padellino che sia: Michi accontenta tutti, e forse anche per questo, oltre alla bontà dei suoi piatti, è sempre pieno. Più di tutto colpisce la ricchezza del condimento, colorato e ben dosato, per esaltare un impasto soffice per la versione sabauda e sottile per quella napoletana, tutto secondo i canoni. Sempre fumante la farinata, sfornata senza interruzione e preparata a regola d’arte.

Dove? In Via San Donato 38

Comments