Il New York Film Critics Award conferma che il 2017 è un anno d’oro per il cinema “indie”?

Ai New York Film Critics Award, i premi più importanti sono stati vinti da titoli apparentemente inarrestabili della competizione con le grandi produzioni cinematografiche di quest’anno.

_
_di Pier Allegri

Greta Gerwig, col suo film d’esordio “Lady Bird”, vince miglior film e miglior attrice per la giovane Saoirse Ronan. “Florida Project” di Sean Baker (“Tangerine”) vince miglior regista e miglior attore non protagonista al sempre poliedrico Willem Dafoe, già in odore di Oscar. Il film di Guadagnino, “Call me by your name”, si deve accontentare a questo giro del premio per la miglior performance maschile a Timotheé Chalamet, mentre Jordan Peele (in bilico per miglior film e miglior esordio con la Gerwig) vince il premio per il Miglior Film d’esordio, “Get Out” da molti ritenuto il migliot film horror dell’anno. A sorpresa, la comica Tiffany Haddish vince Miglior Attrice Non protagonista per la performance nella “black” comedy “Girls Trip, mentre “Coco” si aggiudica nuovamente il titolo di Miglior Film d’Animazione dell’anno.
 –
Di seguito tutti i vincitori e secondi classificati:
MIGLIOR FILM
Lady Bird
MIGLIOR REGISTA
Sean Baker – The Florida Project
MIGLIOR ATTORE
Timotheé Chalamet – Chiamami col tuo nome
MIGLIOR ATTRICE
Saoirse Ronan – Lady Bird
MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Willem Dafoe – The Florida Project
MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA
Tiffany Haddish – Girls Trip
MIGLIOR SCENEGGIATURA
Paul Thomas Anderson – Phanton Thread
MIGLIOR FOTOGRAFIA
Rachel Morrison – Mudbound
MIGLIOR FILM STRANIERO
120 battiti al minuto (Francia) – Robin Campillo
MIGLIOR FILM D’ESORDIO
Jordan Peele – Get Out – Scappa
MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE
Coco -Lee Unkrich, Adrian Molina
MIGLIOR FILM DOCUMENTARIO
Faces Places – Agnés Varda

Comments