Le “stranezze” di Marco Cazzato in mostra a Caracol Art Gallery

Tentacoli di polpi, vulcani e dinosauri: Marco Cazzato inserisce nei suoi lavori questi e molti altri espedienti per entrare in un mondo surreale. Senza dimenticarsi degli equilibri emozionali umani.


_di Miriam Corona

Dal 17 Novembre al 2 Dicembre la galleria e negozio d’arte Caracol inaugurerà una mostra personale di Marco Cazzato, illustratore e disegnatore italiano del filone della “vecchia scuola”, ad oggi uno dei più apprezzati e riconosciuti. Illustratore, disegnatore, ma anche pittore, che nel suo mondo fa convivere balene che nuotano nei lavandini, oche spaziali, conigli che vanno a scuola con le emozioni umane appese a un filo.

Oddities, titolo della mostra, sottolinea questa visione surrealista e straordinaria come chiave di interpretazione delle “stranezze” che ci circondano. È il caso di queste illustrazioni dipinte ad acrilico ispirate a vecchie fotografie, nelle quali Cazzato stravolge il significato delle immagini insinuandosi quasi silenziosamente nei ritratti al mare e nei paesaggi con tentacoli di polpi, vulcani e dinosauri.

Ha all’attivo anche collaborazioni in ambito editoriale e musicale, realizzando cover di album come “Canzoni per un figlio” dei Marlene Kuntz (dei quali dirige anche il video della canzone “Il Partigiano”) e “C’eravamo abbastanza amati” delle Luci della Centrale Elettrica e la copertina dei libri “Mio fratello rincorre i dinosauri” di Giacomo Mazzariol e “Teo” di Lorenza Gentile, entrambi editi da Einaudi, e molti altri.

Nel 2017 lavora al remake illustrato di “8 e mezzo” di Federico Fellini per TINALS, This Is Not A Love Song, le cui tavole verranno esposte da Caracol in concomitanza con il TFF.

L’inaugurazione sarà Venerdì 17 Novembre alle ore 18:30 presso Caracol Art Gallery, in Via Giuseppe Mazzini 3, mentre il 23 Novembre alle ore 19:00 presso la Libreria Bodoni in Via Carlo Alberto 41, a due passi dalla galleria, ci sarà l’incontro con l’autore.

Comments