La Perla Nera compie 25 anni: Marcello Trentini celebra il tartufo Arzilli

Inaugurando il nuovo laboratorio in Lungo Dora Colletta, la famiglia Arzilli accoglie i suoi invitati per celebrare il compleanno del padre di tutti i tartufi, che propone con la collaborazione di Marcello Trentini di Magorabin e di Martini.


_di Giorgia Bollati

Si spolvera, si grattugia, si spalma, si manteca: infiniti sono gli usi del tartufo e diverse sono le vesti sotto le quali lo si incontra. Una di queste è quella più golosa del cioccolatino, quella scelta da La Perla di Torino come punta della sua produzione dolciaria ormai più di 25 anni fa. I festeggiamenti per il 25° compleanno di La Perla Nera, il capostipite dei tartufi creati da Sergio Arzilli, sono stati, dunque, occasione per celebrare, in un grande evento, le diverse novità che ha vissuto l’azienda. La famiglia Arzilli ha accolto i suoi ospiti nel nuovo laboratorio del Lungo Dora Colletta per l’inaugurazione dei locali e per onorare la sua amicizia, approfondita grazie al nuovo Pastry Chef Filippo Novelli, con lo Chef stellato Marcello Trentini.

Quest’ultimo ci ha raccontato di come l’idea di una collaborazione sia giunta dall’amico pasticcere, già Campione del Mondo di gelateria, che ha proposto lo Chef di Magorabin a Valentina e Gaia Arzilli per la preparazione dei piatti di questa speciale serata, studiati per valorizzare e onorare i tartufi. Frutto della creatività di Marcello sono, quindi, il Raviolo cinese con gambero e tartufo al pistacchio al sale, l’Albese con limone e tartufo alla nocciola e il Cappone cotto a bassa temperatura con salsa di tartufo nero, fino all’atteso Risotto a vermouth e zafferano con tartufo extreme grattuggiato. Lo Chef si è lasciato ispirare dai profumi e dagli aromi dei cioccolatini come fa per ogni piatto che prepara nel suo ristorante: ci mette una spolverata della sua follia alternativa e un pizzico delle sue memorie di viaggi, dalle quali trae sempre spunto per contaminazioni interculturali, come sta facendo in quest’ultimo periodo con l’Aceto di patata americana, conosciuto a New York in un ristorante coreano.

A chiudere il menù, il dolce e delicatissimo Tartufamisù di Filippo Novelli, una rivisitazione, tutta in chiave La Perla, del classico dolce. Grazie all’ambasceria di Trentini sono, poi, approdati sulla riva della Dora i cocktails Martini, preparati appositamente per accompagnare il creativo menù, e le fresche bevande di Suqqo. Il brillante aperitivo è stato occasione per esplorare il laboratorio, conoscendo da vicino produzione e macchinari, insieme alle figure scelte per lavorare alle preziose ricette di casa Arzilli, lasciandosi incantare dalla bellezza e dalla luminosità dei locali, resi ancora più ospitali dalla calorosa cordialità di Sergio. Un godereccio pomeriggio di festeggiamenti, tutto all’insegna della collaborazione e dell’amicizia, profonda come quella che un piccolo e delicato cioccolatino può creare.

Comments