Passeggiando tra le Luci d’Artista

Al netto di un problema elettrico durante l’inaugurazione, torna una delle rassegne artistiche più famose, longeve e apprezzate della città. Una guida piccola per percorrere le strade di Torino sotto le Luci d’Artista. 


_ di Beatrice Brentani

Luci d’Artista è un progetto che nasce nel 1997 per volere di Fiorenzo Alfieri, allora Assessore al commercio e alla promozione della Città: tutto iniziò con la Rappresentazione del Presepio da parte dell’artista genovese Emanuele Luzzati; l’opera venne inserita nei Giardini di Sambuy, di fronte alla stazione di Porta Nuova. Il progetto aveva lo scopo di far ricevere alle imprese commerciali maggiori sostegni economici da parte del Comune; il successo divenne enorme e coinvolse un numero sempre maggiore di artisti. Dal 2001, Luci d’Arista è l’evento cardine di un programma dedicato all’arte contemporanea concentrato nel mese di novembre.

Quest’anno, questa straordinaria mostra d’arte a cielo aperto festeggia la sua ventesima edizione e illuminerà le Piazze e le strade di Torino fino al 14 gennaio; le luci verranno installate anche in altre undici circoscrizioni della Città – la prerogativa di quest’anno è, infatti, quella di coinvolgere anche alcuni spazi periferici.

Ci sarà per esempio la Circoscrizione 5, Vallette, da anni impegnata nella valorizzazione dell’arte contemporanea con la stagione teatrale delle Officine Caos, la numero 30, in programma dal 27 ottobre all’11 novembre.

I festeggiamenti per la ventesima edizione avverranno nel contesto di Contemporary Art, il programma di comunicazione del sistema Arti Contemporanee, ideato dal Comune di Torino, con il sostegno della Fondazione Crt e degli enti coinvolti.

Non solo luci d’artista e mostre per il novembre torinese: vi sarà un vasto programma ricco di novità e arricchito da eventi di portata internazionale, come la fiera Artissima e le sue manifestazioni collaterali come la Notte delle Arti, prevista per sabato 4 novembre con l’apertura straordinaria di tutti i musei e gli spazi dedicati all’arte in città.

La “contemporaneità” verrà rappresentata sotto mille sfaccettature: non solo arte ma anche musica, teatro e performance saranno rappresentati dai tanti appuntamenti come Paratissima, The Others, Flashback, Dama, Operae, Nesxt, Flat. Tra i nuovi spazi dell’edizione 2017 di Contemporary Art, anche le nuove Ogr, Officine Grandi Riparazioni.

Le opere d’arte luminose sono in tutto 25 e, anche per questo Natale 2017, il City Sightseeing propone il tour “Lights on the Bus”, un giro per la città per ammirare le luci comodamente seduti a bordo dell’autobus. Il tour, della durata di 50 minuti, è disponibile durante il weekend dal 4 novembre 2012 al 7 gennaio 2018; un tour straordinario è anche previsto per il giorno dell’Immacolata. Oltre a mostrare tutte le installazioni luminose, il tour offre anche una loro storia e spiegazione.
Il punto di ritrovo sarà Piazza Castello, angolo via Po, alle ore 17.30.
Tariffe
: € 12,00 intero – € 10,00 ridotto Contemporary Card – € 6,00 ridotto (5-15 anni) – gratis (0-4 anni).
Maggiori informazioni possono essere trovate sul sito www.turismotorino.org.

Tra le novità di Contemporary art 2017, la Torino + Piemonte Contemporary Card, che consentirà per 48 ore consecutive l’ingresso ridotto o gratuito a musei, fondazioni e mostre a tema e per novembre includerà anche il tour a bordo di City Sightsteeing Torino. Un’altra agevolazione per quanti vorranno seguire più mostre ed eventi durante il mese delle arti contemporanee sarà una navetta gratuita messa a disposizione dalla Regione Piemonte per collegare tutti i luoghi d’arte in città. Il servizio Free ART Shuttle sarà in funzione da venerdì 3 a domenica 5 novembre dalle 11 alle 18 con capolinea Lingotto e partenze ogni 30 minuti su due percorsi (informazioni sul sito GTT).

L’intero programma degli eventi e delle aperture per la Notte delle Arti Contemporanee è consultabile sul sito di Contemporary Art.

 

La mappa delle installazioni di Luci d’Artista Torino 2017: 

Torino centro

– Mole Antonelliana: Il volo dei numeri (Mario MERZ)
– Piazza Carignano: Cosmometrie (Mario AIRÒ)
– Piazza Palazzo di Città: Tappeto Volante (Daniel BUREN)
– Via Garibaldi: Volo su… (Francesco CASORATI)
– Piazza San Carlo: Regno dei fiori: Nido cosmico di tutte le anime (Nicola DE MARIA)
– Palazzo Valperga Galleani in via Alfieri 6: Il giardino Barocco Verticale (Richi FERRERO)
– Galleria Umberto I: L’energia che unisce si espande nel blu (Marco GASTINI)
– Via Roma: Planetario (Carmelo GIAMMELLO)
– Galleria San Federico: Migrazione, climate change (Piero GILARDI)
– Piazza Carlo Alberto: Cultura=Capitale (Alfredo JAAR)
– Via Lagrange: Luì e l’arte di andare nel bosco (Luigi MAINOLFI)
– Piazzetta Mollino: Vento Solare (Luigi NERVO)
– Via Po: Palomar (Giulio PAOLINI)
– Da definire: Concerto di parole (Mario MOLINARI)

Torino circoscrizioni dalla 2 alla 8

– Piazza Santa Rita (Circoscrizione 2): L’amore non fa rumore (Domenico Luca PANNOLI)
– Via di Nanni, mercato zona pedonale (Circoscrizione 3): Ancora una volta (Valerio BERRUTI)
– Piazzale Chiribiri (Circoscrizione 3): My noon – Tobias REHBERGER
– Via Cibrario, tra i corsi Svizzera e Tassoni (Circoscrizione 4): Noi (Luigi STOISA)
– Piazza Eugenio Montale (Circoscrizione 5): Ice Cream Light (Vanessa SAFAVI)
– Area verde compresa tra le vie Vibò, Stradella e Conte di Roccavione (Circoscrizione 5): Illuminate Benches (Jeppe HEIN)
– Piazza Derna (Circoscrizione 6): Vele di Natale (Vasco ARE)
– Via Vanchiglia (Circoscrizione 7): Palle di neve (Enrica BORGHI)
– Piazza della Repubblica (Circoscrizione 7): Amare le differenze (Michelangelo PISTOLETTO)
– Monte dei Cappuccini (Circoscrizione 8): Piccoli Spiriti Blu (Rebecca HORN)
– Laghetto Italia ’61 (Circoscrizione 8): Luce Fontana Ruota (Gilberto ZORIO)

Il grattacielo Intesa Sanpaolo, sostenitore da quest’anno della manifestazione Luci d’Artista, sarà inoltre protagonista di una delle installazioni luminose.

 

Comments