Oroscopo della settimana

Tutte le settimane arrivano puntualmente i quadri astrali del nostro Giampaolo Iacobone, tra non-sense e sensi unici. Insomma, un oroscopo non più “a caso” di tanti altri, ma più bello.

DA LUNEDÌ 23/10 A DOMENICA 29/10

13588940_10201845033525357_2125478614_o

*

*

A R I E T E

Nel brandire brandine e  letti a castello di sabbia c’è un universo di possibilità che si susseguono senza cartoncini pre ritagliati ma ignari del gioco del bowling.

T O R O

Questo sentimenti ti fa un po’ di spavento ma poi i galli non sono dei polli e dalla Francia scappano a piume levate che levati proprio, sono velocissimi.

G E M E L L I

La montatura per occhiali, anche quando si tratta di montatura architettata dai media, offre spazi di equilibrio rari in un sistema metrico a base dieci miliardi virgola otto e apostrofo dodici.

C A N C R O 

La prevalenza di lenze e non di ami, fa dei pescatori delle persone particolarmente restìe ai rapporti interpersonali ma più inclini ai rapporti interittici.

L E O N E

I fotoni avrebbero anche di meglio da fare, ma non riescono mai ad impegnarsi per finire di leggere i grandi della drammaturgia russa come Gagarin e Molotov.

V E R G I N E

Quando si va a finire per parlare dei sassi, un pensiero va sempre ai tour operator che ti portano nei porti marittimi, ma anche nei porti di montagna.

B I L A N C I A

Pian piano, giorno dopo giorno, passo dopo passo, qualcosa si consuma, qualcosa si deteriora e non è possibile evitarlo, se non, comprando un nuovo paio di scarpe, oppure solo una e camminando come i fenicotteri.

S C O R P I O N E

Essere dei fan dei fan di quelli/e che diventano fan degli specchi davanti ad altri specchi, fa venire voglia di vivere in maniera palindroma e seriale ma senza cipolla e serialità.

S A G I T T A R I O 

Da quando non sei qui con me questa stanza ha di nuovo le pareti e adesso devo pure dare il bianco, perché se do il nero poi mi danno del razzista.

C A P R I CO R N O

Il gioco del telefono senza fili ci permette di trasferire su conti panamensi i nostri melensi pensieri sulle api che non danno la precedenza alle rotonde perché le rotonde sono ferme.

A C Q U A R I O 

Il bello dei cani è un labrador molto vanitoso che si fa chiamare Carlo Mansone, un cane che ama particolarmente il cinema e la musica dei Beach Boys.

P E S C I 

L’inferno dev’essere un posto pieno di coriandoli travestiti da sassi, sassi travestiti da coriandoli, travestiti travestiti da sassi travestiti da coriandoli, eccetera.


credits img: Funny Digital Art by Alessio F

Comments