Oroscopo della settimana

Tutte le settimane arrivano puntualmente i quadri astrali del nostro Giampaolo Iacobone, tra non-sense e sensi unici. Insomma, un oroscopo non più “a caso” di tanti altri, ma più bello.

DA LUNEDÌ 5/6 A DOMENICA 11/6

13588940_10201845033525357_2125478614_o

*

*

A R I E T E

La mantide può raggiungere facilmente i più alti gradi della massoneria, se prima di lavarsi i denti si ricorda di assecondare i colori fluo dei quali è fatto suo cognato procione.

T O R O

Fra il dare e il fare, cambia una consonante, ma se volete comprare una vocale, consultate prima la lista delle quotazioni dei mercoledì di plexiglass pubblicata sul guscio delle tartarughe.

G E M E L L I

Provare a fare qualcosa non vuol dire effettivamente fare a fette le biciclette e servirle su un letto di spaghetti al pongo. Bisogna crederci di più alle balene appassionate di disco music per fenossietanolo.

C A N C R O 

L’aridità di alcune eredità fa spesso a pugni con l’acqua secca, i pomodori per fare operazioni flase flag e soprattutto, l’intera discografia dei Platters riprodotta al contrario.

L E O N E

Soffiare nei palloncini per farli volare via è un po’ come cercare di portare un cammello in vacanza e poi lamentarsi con il personale di bordo che le turbolenze sono ami che prendono velocissimo.

V E R G I N E

L’amore è quella cosa che un giorno cedi come una scuola costruita con i fondi europei finiti in un conto off shore di un tuo parente al quale dovevi un favore ma che poi la forza di gravità mannaggia.

B I L A N C I A

Non è un caso che i tasti dei telecomandi riportino le dicitura: il cloroetanolo può contenere piccole parti che se ingerite potrebbero trasformarvi in un supereroe Marvel ma privo di superpoteri e di terza dimensione.

S C O R P I O N E

Se non sai guidare un velociraptor durante la stagione degli amori, è inutile che ti fai il figo quando piloti gli uragani che distruggono gli origami. Il pesto con la pasta ha preso troppe mazzate.

S A G I T T A R I O 

Il bordo della strada di brodo è un po’ incurvato verso la seconda stella a destra del cammino per corridoi umanitari fatti di granate alla vaniglia e granite inesplose.

C A P R I CO R N O

Le vertebre che compongono i deliziosi concetti di immanenza, anamnesi e passione per le anguille saltate sulla piastra o dalla padella alla brace, hanno l’alito che sa di tacchino stanco della vita.

A C Q U A R I O 

La flebile voce della flebo che con flemma spegne le fiamme delle banane flambè è niente in confronto alla ciclicità delle ripetizioni di concetti circolari e ridondanti e dalle strutture ricorsive in stampatello.


P E S C I 

Le carote fanno ridere quando si permettono con altezzosità di venire lì a spiegarti il calcolo differenziale senza fare un solo accenno alle pizze fatte con il lievito madre.


credits img: Funny Digital Art by Alessio F

Comments