Oroscopo della settimana

Tutte le settimane arrivano puntualmente i quadri astrali del nostro Giampaolo Iacobone, tra non-sense e sensi unici. Insomma, un oroscopo non più “a caso” di tanti altri, ma più bello.

DA LUNEDÌ 9/1 A DOMENICA 15/1

13588940_10201845033525357_2125478614_o

*

*

A R I E T E

Chiare, fresche e dolce acqua ragia, di regia regìa, ladra perché tutte le ceste si porta via. Malmenare qualcuno non è mai una scelta azzeccata, è meglio menare bene, o comunque meglio. I piatti sporchi si rompono in casa.

T O R O

Non passa mai il tempo, neanche se lo aspetti, magari ha preso la metropolitana, magari è malato e resta a casa. Ma alla fine c’è sempre un barlume di speranza, che è sempre meglio di una spremuta di albume.

G E M E L L I

Non è una novità che fare i conti senza l’oste non è mai una buona idea. Tuttavia fare i conti con un commercialista può essere un’idea più azzeccata, oppure un portone lastricato di buone intenzioni spendaccione finite sul lastrico.

C A N C R O 

Traviare un’intera generazione con la pubblicità ed il cibo spazzatura fa venire le cene vanitose, ma l’importante è che si paghi alla romagnola. I chicchi di caffè più prelibati sono i chicchi d’uva ben travestiti nonostante la buon costume.

L E O N E

La compressione parallela è sempre un buon regalo per un compleanno improvviso capitato fra capo e callo sotto il piede. Ma i podologi sono stufi di essere contattati solo nel momento del bisogno, anche loro hanno bisogno d’affetto.

V E R G I N E

I peperoni un giorno conquisteranno, a buona ragione, il mondo. Nel frattempo, aspettando che finalmente la felicità arrivi sotto forma di dittatura dei peperoni, possiamo solo giocare a mosca cieca e ad Apecar zoppa.

B I L A N C I A

I muschi ed licheni, considerato che vengono ricordati solo quando si parla di pizza o di verbi ottativi, non è dato sapere perché, ma conducono una vita estremamente estrema. Forse dovrebbero spostarsi più in centro anche se si paga il parcheggio.

S C O R P I O N E

Non è che chiunque può permettersi di difendere a spada tratta qualcuno senza aspettarsi una bella denuncia per porto abusivo di armi da taglio. A meno che l’arma non sia già denunciata am gli avvocati costano un sacco di sacchi di iuta.

S A G I T T A R I O 

Niente e nessuno ha imparato a vivere una vita difficile per i pregiudizi relativi al proprio nome come i capezzoli. Da sempre bistrattati come semplici capi di poco conto, rivendicano la propria dignità a differenza di Capezzone che invece mangia i sassi.

C A P R I CO R N O

Baracche e burattini non sono solo esausti di essere chiusi e messi da parte, ma sono anche dei grandi studiosi di orticoltura polemica. Non è quindi più tempo di piantarla con i pomodori e le patate, bisogna finirla di piantarla.

A C Q U A R I O 

Baguette, pancarrè rosette e ciabbatte non sanno che le cozze marinate, a volte nascondono enigmi e veri e propri misteri. Ma i frutti di mare non crescono sugli alberi marini, perché le mucche muggiscono ma sanno anche amare gli amari.

P E S C I 

È difficile pensare all’elefante dopo che ti ha detto che è in quella stanza della casa per caso. Non è altrettanto semplice invece fare i logaritmi con il collutorio scaduto per via della sforza di sgravità. Meglio il miglio.

Comments